ELEZIONI NAPOLI – IOSSA “AUSPICO SCELTE CONDIVISE. IN CASO CONTRARIO LA VIA MAESTRA RESTA QUELLA DELLE PRIMARIE”

In relazione alla posizione assunta in un documento dalle forze dell’area riformista e liberaldemocratica, “in merito alla volontà di partecipare, unitariamente al partito Democratico e alle altre forze civiche e disponibili, ad una larga alleanza democratica che si candidi alla guida della città di Napoli, costruendo un forte rapporto di collaborazione con il Governo regionale”, interviene il Presidente dell’Associazione Amici dell’Avanti Napoli, Felice Iossa, che pur condividendo questa linea di principio e non intendendo assumere alcun atteggiamento polemico rispetto a quanto scritto nel documento, ribadisce coerentemente la personale posizione, assunta sin dalle prime battute del confronto politico con le altre forze dell’area riformista e liberaldemocratica e tra queste e il Partito Democratico.

Felice Iossa, Presidente Associazione Amici dell’Avanti.

“Oggi la cosa che conta più di ogni altra – sostiene Iossa – è infatti quello che ci unisce, non ciò che ci divide, però ritengo che se vogliamo realmente dar vita ad una prospettiva riformista alla città di Napoli, la posizione politica dell’area riformista e liberaldemocratica nella sua interezza più consona, doveva essere quella dell’astensione, perché pur ribadendo che siamo forze inserite nel contesto del centrosinistra, non possiamo nemmeno permetterci di assistere come spettatori passivi al duello a distanza, tra il Presidente De Luca ed il Partito Democratico, e quindi in attesa dell’epilogo di questo snervante braccio di ferro, di un’estenuante partita a scacchi degna delle migliori sfide tra Karpow e Kasparow. Per questo ritengo che nel documento della riunione interpartitica, alla quale mi rammarico di non aver potuto prendere parte per motivi di salute, avremmo dovuto ribadire ed esplicitare, che nel caso non si registri la dovuta condivisione, a quel punto la strada maestra per la scelta del candidato a sindaco, rimaneva e resta quella delle primarie del centrosinistra, come accaduto del resto da numerose tornate elettorali ad oggi.
Rosario Naddeo

Lascia un commento