E ORA CARLA FRACCI SARA’ PER SEMPRE L’ETERNA FANCIULLA DANZANTE

All’età di 84 anni ci ha lasciato Carla Fracci, l’eterna fanciulla danzante come l’aveva definita in una sua poesia Eugenio Montale.  Milanese, di umili origini, appena adolescente, aveva già debuttato nella Bella Addormentata e, da quel giorno la classe e la leggerezza della sua danza, non hanno mai smesso di incantare gli spettatori dei teatri di tutto il mondo. Carla Fracci, non era infatti solo la regina della Scala, il cui palcoscenico l’ha vista danzare sin dal 1946, ma era l’etoile più brava e famosa del mondo.

Carla Fracci

Nonostante la fama, Carla Fracci, è rimasta sempre una persona umile e disponibile. Amava molto anche Napoli  e il Teatro San Carlo, di cui ha diretto il corpo di ballo nel corso degli anni 80, per poi dedicarsi a quello dell’Arena di Verona ed a quello del Teatro dell’Opera di Roma.

Molti i ruoli che ha interpretato nel corso della sua carriera da Giulietta a Francesca da Rimini a Giselle. Con lei hanno danzato i migliori ballerini del mondo, da Nureyev a Vasiliev.

Molti i messaggi di cordoglio per la sua scomparsa. Il Capo dello Stato Sergio Mattarella  ne ha ricordato “le straordinarie doti artistiche e umane, che hanno fatto di lei una delle più grandi ballerine classiche dei nostri tempi a livello internazionale. Carla Fracci ha onorato, con la sua eleganza e il suo impegno artistico, frutto di intenso lavoro, il nostro Paese. Esprimo le più sentite condoglianze ai familiari e al mondo della danza, che perde oggi un prezioso e indimenticabile riferimento”.

Rosario Naddeo

Lascia un commento