OGGI CON I LAVORATORI DEL PUBBLICO IMPIEGO SI E’ SVOLTA L’ULTIMA GIORNATA DI MOBILITAZIONE DEI SINDACATI “BASTA MORTI SUL LAVORO”. PER IL SEGRETARIO GENERALE REGIONALE DELLA UIL SGAMBATI, SICUREZZA E BLOCCO DEI LICENZIAMENTI. SONO LE DUE PRIORITA’

Si è conclusa questa mattina la settimana di mobilitazioni “Basta morti sul lavoro” voluta da CGIL CISL UIL su tutto il territorio nazionale, sul tema della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.
L’ultima manifestazione a Napoli  si è svolta, ancora una volta in piazza del Plebiscito, dove pochi giorni fa si era tenuta anche quella dei lavoratori edili. Stavolta, nei pressi della Prefettura, vi è stato il presidio delle tante categorie del pubblico impiego di CGIL CISL UIL.


“Battersi per la sicurezza vuol dire non solo rispettare le regole, prevedere più controlli sui luoghi di lavoro – ha affermato Giovanni Sgambati, segretario generale della UIL Campania – ma significa soprattutto difendere la vita di chi lavora, come nel caso delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità che, con dedizione e coraggio, hanno combattuto nelle corsie contro il covid.
I lavoratori vanno poi tutelati anche da un altro punto di vista, parlo dei licenziamenti. Va assolutamente prorogato, dunque, il blocco dei licenziamenti perché siamo ancora in una fase complicata della crisi e ricordo ancora una volta, che solo in Campania lo sblocco metterebbe a rischio 30000 posti di lavoro. Non possiamo permetterci quindi di lasciare dalla sera alla mattina, senza un paracadute migliaia di persone”.

Rosario Naddeo

 

Lascia un commento