VIAGGIO NEI QUARTIERI DI NAPOLI, LA SETTIMA MUNICIPALITA’

Scrivi qualcosa sulla VII Municipalità, in particolare sulle problematiche che attanagliano i quartieri che ne fanno parte?
E da cosa inizio, qui manca tutto e tante cose non funzionano.
Dai trasporti al verde pubblico, dallo spazzamento quotidiano delle strade al pattugliamento e controllo dei vigili urbani.
In ogni momento della giornata potresti vedere ed affrontare un disagio dovuto all’incuria, al poco rispetto ed al poco o nullo controllo del territorio.
Affrontare tutte le tematiche assieme è impossibile, affrontare le problematiche di tutta la Municipalità è complicato, tre quartieri molto diversi tra loro, con tanti problemi anche di diversa natura, devono convivere forzatamente sotto un’unica cabina di regia, che molte volte dipende e subisce decisioni prese da altri.
Potrei iniziare da una cosa semplice, da una cosa ovvia e banale, potrei iniziare dicendo che manca la bellezza! Una delle cose più importanti da far ritrovare a questo territorio è la bellezza.

Pietro De Filippis

Potrei iniziare con il problema dei plessi scolastici, molti dei quali abbandonati a loro stessi, con problemi strutturali dovuti alla mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria. I nostri ragazzi si abituano sin da piccoli al brutto. A plessi sgarrupati, aule sporche e se sono fortunati aule sterili senza emozioni.
Per non parlare delle mura che circondano questi plessi, da fuori sembrano carceri più che case della cultura. Bisognerebbe affrontare certe tematiche con una visione diversa dell’ordinaria manutenzione.
Inizio dalle scuole perché tutto dovrebbe iniziare da lì, la classe dirigente dovrebbe avere uno scambio costante di idee e progetti con gli alunni ed insegnanti.
Si parla tanto di Green, di riqualificazione del verde pubblico e il più delle volte il verde che circonda questi plessi è mal curato, poco curato o non del tutto curato. Al massimo, se siamo fortunati, viene potato. Interagire e collaborare con Associazioni e realtà del territorio che in modo volontario potrebbero impegnare nel riqualificare giardini ed aiuole non curate.
Con tanta buona volontà e poche risorse da parte delle istituzioni si potrebbero avere angoli dei quartieri belli ed accoglienti. Basterebbe avere persone giuste nei posti giusti.
Sii TU il CAMBIAMENTO che VORRESTI per il MONDO!!!

Pietro De Filippis, VII Municipalità

Lascia un commento