ALLERTA METEO PER FORTE ONDATA DI CALORE IN ARRIVO IN PARTICOLARE SUL CENTRO SUD. ATTENZIONE SOPRATTUTTO PER ANZIANI E BAMBINI

Il caldo rovente improvviso è arrivato sulla penisola italiana stringendo nella sua morsa soprattutto il centro sud, tanto da spingere la Protezione civile della Campania ad emanare un avviso di criticità per rischio da “ondata di calore”.
A partire dalle ore 8 di domani, mercoledì 23 giugno infatti e fino alle 20 di venerdì 25 giugno su tutto il territorio regionale si prevedono temperature al di sopra dei valori medi stagionali di 7-8 gradi con picchi della colonnina di mercurio che potranno toccare anche quota 37-38 gradi, ovvero temperature sino ad oggi non ancora registrate nelle nostre aree. Ma soprattutto vi sarà un tasso di umidità che, in particolare di sera e nel corso della notte soprattutto sul settore costiero, potrà assestarsi intorno al 60-70% e con una condizione di scarsa ventilazione.


La protezione Civile campana invita, invita dunque i sindaci di tutti i Comuni e gli enti competenti a porre in essere le procedure di propria pertinenza relative alla vigilanza per le fasce fragili della popolazione, raccomandando in particolare, di non esporsi al sole o praticare attività sportive nelle ore più calde. Particolare attenzione devono prestare i cardiopatici, gli anziani, i bambini e i soggetti a rischio.

Ecco alcuni consigli utili per limitare l’azione dell’afa e le sue conseguenze sulla salute. In primo luogo, evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 18.00). La misura più semplice per limitare il caldo è la schermatura delle finestre esposte a sud e a sud-ovest con tende e oscuranti regolabili (persiane, veneziane) che blocchino il passaggio della luce, ma non quello dell’aria. Efficace è naturalmente l’impiego dell’aria condizionata, che tuttavia va usata con attenzione, evitando di regolare la temperatura a livelli troppo bassi rispetto alla temperatura esterna. Una temperatura tra 25-27°C con un basso tasso di umidità è sufficiente a garantire il benessere e non espone a bruschi sbalzi termici rispetto all’esterno.


Ricordarsi poi di bere molta acqua e mangiare frutta fresca. Soprattutto per gli anziani è necessario bere anche se non si sente lo stimolo della sete. Esistono tuttavia particolari condizioni di salute (come l’epilessia, le malattie del cuore, del rene o del fegato) per le quali l’assunzione eccessiva di liquidi è controindicata. Se si è affetti da qualche malattia è necessario consultare il medico prima di aumentare l’ingestione di liquidi. È necessario consultare il medico anche se si sta seguendo una cura che limita l’assunzione di liquidi o ne favorisce l’eliminazione.
Moderare inoltre l’assunzione di bevande contenenti caffeina, evitare bevande alcoliche ed è bene fare pasti leggeri: la digestione è infatti per il nostro organismo un vero e proprio lavoro che aumenta la produzione di calore nel corpo.


Vestire comodi e leggeri, con indumenti di cotone, lino o fibre naturali (evitare le fibre sintetiche). All’aperto è utile indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto. Proteggere anche gli occhi con occhiali da sole con filtri UV. Particolare attenzione ai bambini.
Evitare l’esercizio fisico nelle ore più calde della giornata. In ogni caso, se si fa attività fisica, bisogna bere molti liquidi. Per gli sportivi può essere necessario compensare la perdita di elettroliti con gli integratori.
Dare infine molta acqua fresca agli animali domestici e lasciarla in una zona ombreggiata.

Rosario Naddeo

 

Lascia un commento