HA PRESO IL VIA QUESTA SERA CON UN EVENTO ONLINE LA CAMPAGNA PER IL RICONOSCIMENTO DELLO STATO DELLA PALESTINA

Ha preso il via questa sera con un evento in diretta sulla rete la Campagna Europea per il riconoscimento dello Stato di Palestina che riunisce organizzazioni della società civile ed i sindacati di tutta Europa, la UIL con il segretario generale Pierpaolo Bombardieri ha dato la sua adesione alla campagna sulla home page del proprio sito istituzionale, e del mondo per esigere il riconoscimento dello Stato di Palestina come 194° membro a pieno titolo delle Nazioni Unite (ONU). Dopo più di 70 anni, dicono infatti i sostenitori della campagna è ora di riconoscere lo Stato di Palestina come uno stato sovrano e autonomo, e fermare le violazioni dei diritti umani e l’espulsione dei palestinesi dai loro territori.


Con l’impegno di organizzazioni europee, israeliane, palestinesi e della diaspora, la Campagna mira a ottenere il riconoscimento formale dello Stato di Palestina da parte dei governi nazionali dell’UE e del mondo intero. Requisito necessario per rilanciare ed ottenere il riconoscimento dello stato di Palestina in quanto il 194° membro a pieno titolo delle Nazioni Unite. La Campagna, a questo proposito, promuoverà piattaforme nazionali per sostenere il riconoscimento dello stato di Palestina nei rispettivi stati.
La campagna Europea per il riconoscimento dello stato di Palestina si basa sui seguenti principi:
Se si sostiene dunque il Diritto Internazionale e i principi della Carta delle Nazioni Unite- sottolineano i promotori dell’iniziativa -, se si assumono gli obblighi della Convenzione Europea dei Diritti Umani e si vuole essere coerenti con i nostri valori democratici allora tutti noi, Stati e cittadini, siamo obbligati e responsabili a schierarci contro l’annessione dei territori palestinesi, chiedendo al governo israeliano di rispettare il diritto internazionale e le risoluzioni esistenti delle Nazioni Unite.


Il popolo palestinese ha lo stesso diritto di autodeterminazione del popolo israeliano. Lo stato israeliano è stato dichiarato il 14/5/1948 e riconosciuto come membro delle Nazioni Unite l’11/05/1949; è ora di riconoscere lo stato palestinese con la sua piena sovranità.
Questa è l’unica soluzione praticabile per fermare ogni forma di violenza e discriminazione, e con l’opportunità di aprire una nuova fase storica di pace, cooperazione e coesistenza, fondata sul riconoscimento reciproco e sul rispetto dei due popoli, israeliano e palestinese.

Rosario Naddeo

Lascia un commento