MAXI OPERAZIONE DEI CARABINIERI SGOMINATE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI OPERANTI TRA ACERRA E POMIGLIANO

I carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno eseguito all’alba di stamane in diverse città della Campania, da Napoli a Benevento, da Pomigliano ad Acerra a Castelvolturno ed a Liscate in provincia di Milano un’ ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, nei confronti di 17 persone gravemente indiziate, a vario titolo, di favoreggiamento personale aggravato dal metodo e dalle finalità mafiose,  associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi comuni e da guerra.

Si tratta del completamento di un’ indagine svolta dagli uomini del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Castello di Cisterna, scaturita in seguito alla latitanza di Salvatore Calabria, esponente del clan camorristico De Sena operante nell’acerrano, che si era reso irreperibile all’indomani della condanna all’ergastolo e dell’emissione nei suoi confronti della misura cautelare della custodia in carcere, in relazione all’omicidio di Giovanni Sodano, che era rimasto vittima di agguato camorristico ad Acerra il primo dicembre del 1996,e che veniva poi tratto in arresto nel marzo del 2015. L’uomo era stato infatti intercettato a Roma, mentre si trovava seduto ad un un bar, in possesso di documenti contraffatti nonché di quattro telefoni cellulari e altrettante schede sim intestate fittiziamente ad altri soggetti. Le indagini dei carabinieri, hanno quindi consentito di identificare gli effettivi utilizzatori dei cellulari, uno dei quali in occasione dell’arresto di Calabria, si trovava in sua compagnia. Le indagini, infine, oltre a consentire di assicurare alla giustizia il latitante e di individuare le persone che, con ruoli diversi, gli avevano dato supporto logistico ed economico al fine di agevolarne la latitanza, hanno permesso anche di disarticolare due distinte organizzazioni criminali dedite al traffico di sostanze stupefacenti, attive principalmente nei comuni di Acerra e Pomigliano d’Arco.