POMIGLIANO: CONSIGLIO COMUNALE SEMPRE PIU’ IMBARAZZANTE

 

di Giuseppe Iengo

 

Ieri tanti pomiglianesi hanno potuto seguire la diretta tv del consiglio comunale pomiglianese . L’ennesimo capitolo che mortifica la città intera che assiste in diretta a gaffe e gag che sono degne di trasmissioni come ” made in sud” !

Per il bene, il  futuro e lo sviluppo del mio paese,  però da elettore di centro sinistra , dico che le macerie che sta lasciando questa giunta dal punto di vista morale e politico ad appena un anno dal suo insediamento è qualcosa di stupefacente;  stanno ipotecando la credibilità di una vera sinistra.
Gli anni a venire, cari compagni e amici,  saranno duri nel convincere  i cittadini elettori  di  sinistra che questa interazione innaturale pd-5stelle calata e voluta da Roma,  ha beneficiato e generato mostri rancorosi dediti solo a posizionamenti di rendita politica. Non avrete più l’alibi Russo, il vostro orco per eccellenza su cui avete imbastito e costruito una campagna elettorale sul trasformismo, tutto per poi  imbarcare una marea di transfughi  non più trasformisti ora citoscheletro della giunta.

Penso ai tanti mea culpa  di un pd dalle mani legate che  dovrà esercitare  , penso alla penitenza di una parte della sinistra e non che dovra’ gioco forza fare, in nome di uno slogan  lontano ricordo di una rappresentazione non veritiera di un “voltiamo pagina” rilevatosi  solo configurazione a scopo propagandistico.
Una consiliatura nata spura,  calata dall’alto in nome  di una alleanza con i 5stelle,  oggi attaccati alla canna del gas; nati e cresciuti nel peccato originale con un imprintig di trasfughi e trasformismo al di la di ogni ragionevole dubbio.
Dove alberga la dignità? Dov’è nascosta l’etica? Qual’è  la morale?

Davvero la città e  la vera e genuina  sinistra pomglianese , merita questo scempio che stiamo vedendo sotto i nostri occhi ?

Sarà dura e dolorosa la ricostruzione morale, etica, politica, di questa esperienza amministrativa che ad un anno di distanza  senza alcuna visione ed in mancanza di un siam pur timido  progetto di paese è tenuta insieme ahime’,  esclusivamente da un collante familistico,  clientelare ed apicale,  coadiuvata da una parvenza di democrazia che  nella sede istituzionale per eccellenza ossia  il consiglio comunale, e’ paragonabile a quella che si vede nei giorni neri in alcuni Paesi del Sud America.

Irriconoscibile il Pd che sembra complice di questo manipolo di incompetenti che stanno mortificando giorno dopo giorno, l’istituzione consiliare, il Comune e la città intera

Speriamo in un futuro diverso.

Lascia un commento