TONI SERVILLO: “HO TRE FILM IN SALA, TUTTI FIRMATI DA AUTORI CAMPANI.”

 

Le Figaro definisce Napoli “terzo mondo d’Europa” e Toni Servillo risponde a tono, dicendosi assolutamente non d’accordo con questa definizione semplicistica e superficiale. ” Abito a Napoli e non saprei vivere in nessuna altra parte del mondo, amo profondamente questo terzo mondo”.

È questo il modo, polemico ed un po’ risentito che l’attore campano usa per rispondere all’investimento del giornale francese, a margine della conferenza stampa di “È stata la mano di Dio” dove Servillo interpreta Saverio Chiesa, il padre di Fabietto (il Paolo Sorrentino adolescente).

“Ho tre film in sala firmati da autori campani, anche da questo punto di vista mi pare un bilancio positivo”. Il regista Sorrentino ha aggiunto:” mi pare difficile auspicare dei cambiamenti per Napoli, non spero niente, ma mi pare che se la cavi bene da tempo”.

Giovanna Sannino

 

Lascia un commento