POMIGLIANO: IL PD NON NASCONDA LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO

di  peppe iengo

 

Non mi #auspico il male del PD ma le verita’ bisogna dirle non nasconderle sotto il tappeto.

Il Pd #pomiglianese e’ come quello romano è in mano haime’ a poche persone, molti amici e compagni non lo sanno , chi sa #tace, non si espone, in attesa che il #bubbone scoppi e vi posso garantire che prima o poi scoppiera’, perche’ troppa è la polvere da mettere sotto il tappeto ogni santo giorno.

Vi racconto una breve storia,
nel PD Romano la cosidetta ditta è la padrone del vapore, saldamente in mano al manzoniano “bravo” Goffredo Bettini che a sua volta fa capo al mefistofelico M.Dalema.

Le foglie di fico Zingaretti Letta,
ne sono la prova piu’ eclatante.

In Puglia Michele Emiliano al posto del prof. Lopalco oggi nomina assessore regionale alla sanità Rocco Palese esponente di Forza Italia e candidato sconfitto da Nichi Vendola alle regionali, cosi
continuiamo a votare questo PD altrimenti vince la destra, dicono le teatrali voci di dentro.

A Napoli: non ci si è ancora liberati dalle Faide personali che hanno permesso Demagistris, di sgovernare per 10 lunghi anni la piu’ bella citta del mondo.

Oggi, è tutto sotto il tappeto passato nelle mani del povero Manfredi tirato dentro per la giacca con una apocrifa promessa, l’eliminazione dell’ingente debito accumulato dal masaniello a la carte Demagistris.

La faida interna al PD continua silenziosa , sotto traccia, intanto un humus cteatosi moltiplica la colonia di rancorosi di chi non è stato accontentato.

Il rimescolamento delle carte ha finito con acuire antichi e nuovi rancori, vedete amici, ad un attento lettore , non sfuggono post di esponenti politici del pd molto votati, contro il segretario provinciale un tal Sarracino, si quello messo li a candidatura unica come nei vecchi pulitburi russi perche’ unitario , niente di piu’ falso.

Oggi il segretario provinciale e’ reo di nuove incestuose alleanze interne per fini personali.

Se spiegassi ai compagni struzzi del pd che oggi sono insieme quelli che hanno portato il pd napoletano in tribunale vincendo, con l’annullamento della segreteria Costa definiti, #ladri di democrazia , la frase piu’ potabile, mi fa non #impressione ma letteralmente #schifo ed #orrore.

Trovo insopportabile oggi i vertici del pd pomiglianese stare insieme a quelli definiti ladri di democrazia per cui ci siamo battuti e portato il bed pd in tribunale con una sentenza che ci ha visti premiati con con l’annullamento della votazioni , in quanto le segreteRie regionali e provinciali furono ritenute colpevoli di aver cambiato le regole in corso per la elezione del segreterio provinciale Costa a spese di Nicola Oddati.

Ebbene l’eroico Oddati in nome di questo sfregio alla democrazia partecipativa , nel pd partito della tolleranza e della inclusione costitui’ anche un movimento interno ad esso “Passione democratica” per combattere questa orribile piaga napoletana dove addirittura si falsificavano le regole del gioco in corso.

Ricordo chiaramente i dirigenti di allora intorno a Costa vincitore dire: che non si porta il #pd in tribunale , siete persone scellerate e ancora ,ancora ,ancora fino alla pronuncia della sentenza del giudice che diede ragione ad Oddati e torto ai ladri di democrazia.

Concludo : dopo una cosa cosi #grave ,leggo oggi gli stessi nomi che abbiamo combattuto, che sono vere e propie macchine da guerra di voti e molto ladri di democrazia, insieme a braccetto a quelli che li hanno combattuti, definiti broglisti ,mercanti di voti, centri di potere.
È questo il pd oggi, a napoli come a pomigliano, le tante napoli e pomigliano fanno l’italia

Io ho preferito prima dell’ultimo congresso di Pomigliano visto l’andazzo , restarne fuori,mi sono seduto fuori alla porta del pd, sperando li raggiunga finalmente la coerenza e la politica e mi fermo qui per non danneggiare oltremisura l’autoambulanza del pd sarei troppo cattivo.

Gli altri i furbetti del quartiere hanno preferito stare insieme alle macchine di voti e ladri di democrazia dimenticando perche’ abbiamo portato il pd in tribunale e avuto ragione , fine della prima puntata.
Sereno Natale a tutti , coerenti e incoerenti.

Lascia un commento