QUAL E’ LA CHIAVE DELLA POPOLARITA’?

Essere popolare, ad oggi, è un concetto strettamente collegato all’utilizzo dei social network.

Ma quali sono le dinamiche che sottendono all’ascesa “social” di una persona?

Perché molti giovani faticano a far emergere personaggi pubblici rispettabili?

Perché persone che sguazzano evidentemente nell’illegalità sono rese così popolari?

Internet offre la grande possibilità a chi lo utilizza di poter scegliere cosa fare, guardare o approfondire: attraverso algoritmi, poi, si basa sulle ricerche di chi ne fa uso per rendere virali determinati contenuti.

E così fanno i social network.

Il meccanismo per cui ciò che riceve molte visualizzazioni e ottiene molte condivisioni verrà proposto ad un pubblico sempre maggiore accomuna tutte le piattaforme digitali.

Dunque, è chi utilizza determinate piattaforme a contribuire alla popolarità di determinati elementi.

Un po’ sorprende come sui diversi social network sia inevitabile imbattersi in persone, rese popolari dalle nuove generazioni, che sono tutt’altro che rispettabili.

Al di là dell’evidente difficoltà di alcuni soggetti di esprimersi in lingua italiana e di trattare tematiche di un certo spessore, allibisce il seguito conquistato in assenza di qualcosa da offrire.

 

È eticamente corretto far monetizzare persone prive di competenze che hanno come unico “pregio” l’utilizzo di un linguaggio volgare e altamente colorito?

C’è chi è costretto a salutare un fratello, un affetto, che pur di conquistare un lavoro deve necessariamente allontanarsi dalla sua terra.

C’è chi è costretto ad ultra specializzarsi per sperare in un posto di lavoro.

E c’è chi lavora umilmente sperando di terminare il mese con qualcosa in tasca.

Il mondo è pieno di persone a cui dare la parola: che siano scelte con maggiore saggezza.

Luigi Della Volpe

Lascia un commento