A NAPOLI PER COSTRUIRE IL FUTURO “PARLIAMO ALL’ITALIA DI OGGI, IL PROGETTO E’ TENERE UN’AREA RIFORMISTA”

di  Felice Iossa

“Non è un ritorno alla nostalgia o un incontro per rifare il Psi. E’ un’altra storia e guarda al futuro” lo dice in premessa ad ogni ragionamento Felice Iossa, parlamentare di lungo corso che non ha perso entusiasmo e voglia di fare.

Cosi il presidente regionale del circoli dell’Avanti! Presenta ‘Napoli Capitale del Mezzogiorno e del Mediterraneo’ la Prima conferenza programmatica organizzata dal giornale ‘Avanti!’ diretto da Claudio Martelli, in collaborazione con ‘Mezzogiorno Federato’ di Claudio Signorile.

L’appuntamento di Napoli, una intera giornata di proposte e riflessioni, è in programma il prossimo 5 Marzo, dalle 9 e 30, alla Sala dei Baroni, Maschio Angioino. All’evento lavora la squadra dei circoli, stanno nascendo sul territorio, ed in particolare l’onorevole Felice Iossa.

L’evento sarà preparatorio della prima assemblea nazionale che si celebrerà a Napoli il 1 Maggio e che sancirà del progetto riformista e liberale.

“Il Psi appartiene alla storia, una grande pagina del nostro Paese della quale siamo e saremo sempre orgogliosi. Oggi l’obiettivo è investire sui valori, è riannodare il filo di un percorso ed immaginare e costruire un progetto che metta insieme tutti i riformisti”.

“Senza socialisti – spiega Iossa – non esiste un’area riformista credibile e forte, il riformismo siamo noi, e da sempre. Era Anna Kuliscioff, alla fine dell’ottocento, a scrivere a Filippo Turati perché preoccupata delle tensioni sociali e della tenuta di un giovane partito socialista. La Kuliscioff rifletteva con Turati circa la necessita di affrontare i temi con gradualità. Insomma eravamo e siamo quelli che governano i cambiamenti”.

Felice Iossa indica la direzione di marcia, che è di tutti i circoli, che sarà la linea della conferenza. “Parleremo dell’Italia di oggi, del Sud, della Campania e di Napoli. Delle grandi sfide che ci attendono, della centralità strategica del Mediterraneo che e’ al centro degli scambi commerciali del Medio Oriente, del Sud che deve giocare questa partita per far crescere il Paese e l’Europa”.
All’iniziativa, anche per come è costruito il parterre, si parlerà dei territori. “Si – assicura Iossa – ci sarà un focus sulla citta di Napoli, sull’area metropolitana. Più in generale parleremo di un nuovo municipalismo, del nuovo regionalismo”.

Tema centrale a Napoli sarà poi quello delle opportunità.

“Presenteremo idee e proposte di lavoro per intercettare i fondi del PNRR, per spendere bene e meglio quelli europei. Sottolineeremo la necessità di sviluppare progetti sullo sviluppo di infrastrutture materiali ed immateriali, indicheremo la strada per una nuova idea di logistica, capace di far interagire il trasporto su gomma e su ferro”. E su questo punto è ancora più determinato Iossa che aggiunge “al centro ci sarà il tema dell’ambiente. Proporremo un patto generazionale, un patto che metta insieme il meglio del Paese, che possa coniugare rispetto e crescita, che sia motore di cose da realizzare nella logica della moderna economia circolare”.

Iossa è ottimista perché in questi mesi “dal ritorno dell’Araba Fenice” l’Avanti!, con i suoi pezzi, con le competenze, con i circoli (sono 38 e resto si arriverà a 100 in Campania), ha scantonato dibattito.

“Abbiamo fatto proposte – ricorda Iossa – sulla pandemia, per sostenere il personale sanitario e per avere un ruolo più operativo dell’Esercito. Abbiamo poi, prima di altri, auspicato la soluzione Draghi per dare stabilità al Paese. Prima ancora messo tutti in guardia sul rischio del taglio dei parlamentari, una misura che ha ucciso la rappresentanza di molti territori. Ed ancora indicato, coerenti con la nostra storia, la strada delle riforme. Dal presidenzialismo alla necessità di una nuova legge elettorale di tipo proporzionale”.

Tutto pronto, allora, per tornare alla politica. Quella che parla al futuro. Per l’occasione, a Napoli, ci saranno i rappresentanti istituzionali, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, il mondo delle imprese con il presidente dell’Unione Industriali di Napoli Maurizio Manfellotto, il mondo sindacale e, naturalmente, tutta la galassia socialista.

Con Martelli e Signorile, Giulio Di Donato, il segretario Psi, Vincenzo Maraio ed ancora Marco Di Lello e Stefano Caldoro. Il programma che è ricco di interventi.

Aprirà alle ore 09:30 Roberto De Masi, coordinatore regionale circoli dell’Avanti!

Poi Salvatore Sannino, vice presidente dei circoli dell’Avanti!, Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli, Tina Chianese, avvocato, Pietro De Filippis, Avanti! Giovani.

Nella mattina previsti interventi dei rappresentanti territoriali Conantonio D’Elia, Salerno, Giuseppe Golino, Caserta, Antonio Bossone, Avellino, Erlisiana Anzalone, Ricercatrice CNR, Mauro Scarpitti, circoli Area Flegrea, Giovanni Russo, Consigliere Pomigliano.

Ed ancora, Nicola Ricci, Segretario CGIL Campania, Marco Di Lello, Amedeo Manzo, Presidente BCC, Bruna Fiola, consigliere Regionale, Giulio Di Donato, avvocato e già vice segretario Psi, Giovanni Esposito, coordinatore Cittadino circoli Avanti Napoli, Vincenzo Maraio, Segretario Nazionale PSI, Aniello Savarese, coordinamento Regionale circoli dell’Avanti, Ferdinando Russo, Direttore Generale ASL CE, Gennaro Salvatore, vice segretario nazionale Nuovo Psi, Gaetano Amatruda, direttore de ‘Il Pezzo Impertinente’ ed il professore Felice Laudadio, presidenza regionale circoli Avanti.

In mattinata, gli interventi del presidente Maurizio Manfellotto e del sindaco di Benevento Clemente Mastella. Chiuderà i lavori Claudio Signorile.

Nel pomeriggio, dalle ore 15:00 , Giovanni Sgambati, Uil Campania, professore Vincenzo Maiello, ordinario di Diritto Penale, Marco Sarracino, segretario provinciale Pd, Federico Conte, parlamentare Leu, ed ancora Pasquale Sannino, consigliere comunale, Ciro Fiola, presidente della Camera di Commercio di Napoli, Stefano Caldoro, consigliere regionale, e Giovanna Sannino, Felice Iossa. Chiuderà i lavori Claudio Martelli, direttore dell’Avanti.

Lascia un commento