FELICE IOSSA :LETTERA APERTA AL SINDACO DI NAPOLI ED AL PD Copia

di Felice ROMANO

 

 

 

Lettera al Sindaco ed al PD
Il momento è critico per tanti motivi, ma proprio per questo non possiamo tacere delle
preoccupazioni che partono dalla nostra città per investire frontalmente le scelte della politica
nazionale.
Napoli, ha cambiato da poco il Sindaco della città e si accinge, ad eleggere fra poco, anche il nuovo
Presidente della Regione Campania. Il perno di tutte le possibili maggioranze, resta sempre il PD
che, in queste ore, però, dovrà sostituire il Segretario regionale del Partito, a sua volta
dimissionario per motivi personali.
Appena si è appreso della successione nel Partito, è scattata la corsa al candidato.
Un primo Nome che circola avrebbe il consenso dei vertici del Partito, e quello del Presidente della
Regione. Un secondo nome, sarebbe comparso dopo che un gruppo di intellettuali ha espresso il
profondo disagio di buona buona parte dei militanti e dei simpatizzanti per l’assenza del Partito e la
la politica personalistica del Presidente della Giunta regionale che si richiama formalmente alle
posizioni del PD.
Sarebbe un errore gravissimo non cogliere questa circostanza per aprire un dibattito serio ed
approfondito sulla linea politica del Partito che manca in Campania da troppo tempo.
Il Nome del nuovo Segretario, e la squadra dei dirigenti che dovrà affiancarlo, non potrà essere il
frutto di una scelta verticistica dettata dalla abusata logica commissariale e tanto meno quella del
rapporto fideistico con i vertici istituzionali della Regione o della città;
Sono in discussione scelte fondamentali, legate al Programma di rilancio della città
metropolitana di Napoli, punto di riferimento per l’intero Mezzogiorno e soprattutto scelte
fondamentali legate al coagulo di tutta la galassia di forze della sinistra che sul piano politico
attende di essere recuperata e valorizzata per il rilancio della Sinistra democratica a Napoli, nel
Mezzogiorno e nel Paese.
Occorre un gruppo dirigente all’altezza del compito e non si potrà liquidare questo ricambio al
vertice, come un fastidioso adempimento da assolvere frettolosamente evitando di ogni
coinvolgimento esterno della società civile.
In questo processo, il Sindaco di Napoli, a cui abbiamo dato tutto il nostro sostegno, non potrà
rimanere osservatore esterno.
Al Sindaco, chiediamo che si renda protagonista di un ruolo più attivo verso i gravi problemi della
città che vanno ben oltre la disponibilità finanziaria parzialmente assicurata dal Governo nazionale
con il recente Patto per la Città, a cominciare dal recupero dell’Area di Bagnoli, unico polmone
rimasto per il rilancio turistico della città, per affrontare poi le questioni irrisolte ereditate dalla
precedente amministrazione come:
L’attivazione delle Circoscrizioni, lo smaltimento dei Rifiuti urbani, l’equilibrio economico e
produttivo delle Società partecipate, dai trasporti ai Servizi, Il recupero delle risorse evase, il
Patrimonio edilizio comunale, ed il nuovo Piano di assetto dell’Area Metropolitana etc. etc..
La nostra richiesta, è motivata dall’esigenza che abbiamo come gruppo di militanti attivi, già
impegnati nelle precedenti consultazioni elettorali, di non vanificare gli sforzi di tantissimi
compagni, che hanno messo in campo la propria esperienza e la propria disponibilità per
rivitalizzare l’azione politica di tutte le formazioni che si richiamano alla Sinistra italiana.
Vogliamo credere che il Segretario nazionale del Partito, gli autorevoli compagni impegnati nel
rilancio della vecchia testata giornalistica dell’Avanti, e tutti gli altri autorevoli membri della
Direzione, vorranno accogliere la nostra richiesta aprendo un dibattito vero che porti alla
formazione di nuovo gruppo dirigente del Partito a Napoli e in, Campania su cui puntare per le
prossime importantissime scadenze elettorali e politiche che l’attendono.
Per l’associazione Campana dei Circoli dell’Avanti. f.to. On. Felice Jossa
Napoli, 27/03/2022

Lascia un commento