NON ERA DRAGHI CHE DOVEVA USCIRE ……..

A cura di Pino Campidoglio, Felice Iossa Al Senato, ieri, gli italiani hanno assistito ad uno spettacolo inedito: da un lato il Presidente, che tornava in Aula, sull’onda della mobilitazione popolare a suo favore (Sindaci, Associazioni, Categorie, etc..); dall’altro, un Aula rissosa e inconcludente, che cercava di uscire dal ginepraio in cui si era infilata, senza sapere, da che parte girarsi. Più la discussione andava avanti, più s’infittiva la confusione… al termine, quei partiti che NON volevano più stare insieme al Governo (Lega e Forza Italia contro i 5 Stelle) si sono ritrovati insieme all’opposizione, restando in Aula, ma negando, (altro…)

PER UN’ITALIA MODERNA, EFFICIENTE E SOLIDALE

A cura di Felice Iossa In questo difficile momento per il Paese il compito della politica, è quello di sostenere Draghi, al di la dell’ atteggiamento del movimento 5 Stelle. Per affrontare i tanti problemi irrisolti, aggravatisi con la pandemia e la guerra in Ucraina, c’è bisogno di stabilità politica e governabilità. Bisogna cambiare l’ Italia renderla sempre più europea , costruire una piattaforma logistica nel Mediterraneo, varare una legge elettorale proporzionale, che riavvicini i cittadini alla politica, sburocratizzare il Paese, riformare il sistema lavoro, affrontare con determinazione la questione ambientale, contribuire a completare le istituzioni europee, in modo da (altro…)

PARTE A MARCIANISE IL PROGETTO SPERIMENTALE PER LA COLTIVAZIONE DELLA QUINOA

a cura di Giuseppe Golino Questa mattina l’Assessore all’Agricoltura del Comune di Marcianise Giuseppe Golino ha incontrato il professore Antimo Di Maro, docente di Biochimica del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche dell’Università degli Studi della Campania ‘Luigi Vanvitelli ‘, accompagnato dall’assistente universitario Michele Landi e dalla dottoranda pakistana Hafiza Zumra Fatima Hussain. L’Assessore, insieme al gruppo di ricercatori, si è recato presso i terreni comunali in località Carbone su cui si sta realizzando il progetto sperimentale per la coltivazione della Quinoa con l’obiettivo di valorizzare la vocazione agricola del territorio migliorando la competitività del settore attraverso (altro…)

ALL’INDOMANI DEL REFERENDUM E DELLE AMMINISTRATIVE

a cura di Francesca Frisano Parliamone e Guardiamo Avanti! Si è soliti definire la nostra Costituzione “la più bella del mondo”. Ciò in parte è vero laddove la stessa tratta di principii e di valori, ma si rivela lacunosa laddove definisce e pianifica i poteri dello Stato, soprattutto in tema di “giustizia”. La “giustizia” è l’aspetto in cui la nostra Costituzione mostra i suoi limiti, a cominciare dallo “stabilire l’obbligatorietà dell’azione penale”, inibendone così la funzione riparatrice e alienandone la gerarchia tra i reati, dai più gravi ai meno gravi, lasciando al solo arbitrio del PM quali perseguire prioritariamente e (altro…)

LA SCISSIONE DEL M5S IMPONE UNA SERIA RIFLESSIONE

a cura di Giovanni Esposito Con la scissione del movimento 5s si chiude definitivamente una stagione politica fatti di vaff.. , di populismo e facili promesse. Lo smottamento politico che ne è seguito impone a tutti gli italiani, politici ma soprattutto ai cittadini, una seria riflessione. Da tempo i circoli dell’Avanti! Propongono un rilancio della politica attraverso una Costituente Riformista e Democratica, per superare il bipolarismo,capace di riunire tutte le forze di ispirazione cattolica, liberale, socialista, riformista, impegnate a consolidare l’unità nazionale, superando definitivamente gli squilibri territoriali, economici e culturali che continuano a dividere il Paese. Oggi la nostra proposta (altro…)

L’ITALIA NON PUO’ PIU’ ASPETTARE

a cura di Felice Iossa La proposta che i circoli dell’Avanti! e di Mezzogiorno Federato fanno al PD è quella di una Costituente Riformista e Democratica capace di riunire tutte le forze di ispirazione cattolica, liberale e socialista impegnate a consolidare l’unità nazionale, superando definitivamente gli squilibri territoriali, economici e culturali che, ancora oggi, dividono il Paese. Gli architetti di questo progetto non possono che essere il PD da un lato ed il Presidente del Consiglio dall’altro, per restituire all’Italia il prestigio e la dignità di un tempo. (altro…)

BENVENUTI “CIRCOLI DELL’AVANTI!”

a cura di Francesca Frisano La mia idea in proposito I CIRCOLI DELL’AVANTI! non sono nati solo per testimoniare e diffondere la storia e la cultura liberalsocialista, ma anche per essere una “Comunità”, in cui provare ad attuare una “conciliazione incardinata” tra le anime più affini che popolano lo “scenario riformatore”; per incontrare realtà, gruppi e singole “personalità” della nostra stessa sensibilità, con cui è possibile un dialogo costruttivo per una scambievole compenetrazione di atteggiamenti e di scelte. Mi riferisco ai Radicali, compagni storici di battaglie civili e di appuntamenti referendari; a singoli esponenti validi e talentuosi della scena politica (altro…)

NAPOLI. ULTERIORE EPISODIO DI VIOLENZA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO DI MEDICINA GENERALE.

a cura della Redazione VIOLENZA INNESCATA DAL DISORDINE CHE VIGE NEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE CAMPANO Riceviamo la lettera del Dr. Renato De Blasio, Medico di Famiglia di Napoli, con studio professionale nel quartiere di Fuorigrotta. “Premetto di svolgere attività professionale, con Studio in Napoli alla via Consalvo n. 93/B, quale medico di base convenzionato con la A.S.L. Napoli 1 Centro, Distretto Sanitario n. 25. Ho sempre esercitato la professione medica con dedizione, allo scopo di offrire ai miei pazienti la migliore assistenza possibile, nonostante le croniche difficoltà dovute alla mancanza di personale, che, notoriamente, affliggono il Servizio Sanitario della nostra (altro…)

CHI ERA GIOVANNI FALCONE (la Cultura della Legalità)

a cura di Francesca Frisano Giovanni Falcone “non voleva essere un eroe, ma un bravo magistrato”, al servizio dello Stato in ossequio alla giustizia ed alla legalità. Già alla fine degli anni ’80 è il giudice più famoso del mondo: ha indagato Cosa Nostra, ha colpito la Cupola Mafiosa, ha istituito un metodo investigativo nuovo, fondato sulla “cultura della prova”, e perseguito con rigore, con competenza ed una preparazione specifica. “Per entrare nel mondo mafioso, bisogna conoscere le sue regole, il suo linguaggio, la sua gestualità, la sua barbarie”, affermava. Per leggere ed interpretare il fenomeno mafia di dimensione internazionale (altro…)