POMIGLIANO: BRACCIO DI FERRO TRA TAR E COMUNE Copia

di Felice ROMANO     Braccio di ferro tra TAR e Comune. L’ufficio tecnico del Comune di Pomigliano d’arco nel mirino del Tribunale amministrativo di Napoli, il quale, pur avendo accolto una parte delle istanze del comune, ha di fatto ribaltato il fondamento di tutti gli ultimi sequestri dei cantieri edili e l’avvio all’annullamento dei relativi permessi a costruire e cioè: il concetto di volume assentibile. Il TAR ha sentenziato che il volume così come calcolato per il permesso di costruire la cui istanza è stata oggetto di diniego, è corretto e che l’applicazione del PRG e della Legge del piano casa, risulta (altro…)

POMIGLIANO: LA APP CONTRO IL BULLISMO

di Felice ROMANO   L’IC4 Catullo presenta la Web App: “Il Bullo non fa paura”, per contrastare il bullismo POMIGLIANO D’ARCO – Siamo al giro di boa per il nobile progetto “Il Bullo non mi fa paura” vinto dall’IC4 Catullo, che prevede la realizzazione di una Web App, per la segnalazione di atti di bullismo realizzata dall’Around You Communication srls, la creazione di uno Sportello d’Ascolto gestito dalle dott.sse Enza Beneduce e Diana Di Meglio della Fondazione Cultura e Innovazione e il patrocinio morale del comune di Pomigliano d’Arco. Il Bullo non fa paura, l’ultimo convegno “Siamo giunti all’ultima tappa di (altro…)

POMIGLIANO: BRACCIO DI FERRO TRA TAR E COMUNE

di Felice ROMANO     Braccio di ferro tra TAR e Comune. L’ufficio tecnico del Comune di Pomigliano d’arco nel mirino del Tribunale amministrativo di Napoli, il quale, pur avendo accolto una parte delle istanze del comune, ha di fatto ribaltato il fondamento di tutti gli ultimi sequestri dei cantieri edili e l’avvio all’annullamento dei relativi permessi a costruire e cioè: il concetto di volume assentibile. Il TAR ha sentenziato che il volume così come calcolato per il permesso di costruire la cui istanza è stata oggetto di diniego, è corretto e che l’applicazione del PRG e della Legge del piano casa, risulta (altro…)

INTERVISTA A FELICE IOSSA

di  Felice Massimo De Falco   La crisi dei partiti, la domanda di rappresentanza, un riformismo forte da collante culturale del Paese, l’importanza del Mediterraneo, il ruolo del sindacato e la transizione ecologica: sono i temi trattati dall’ex on. Felice Iossa in questa intervista Felice Iossa, c’è una forte crisi di rappresentanza da parte degli attori politici attuali. La pandemia è stata uno spartiacque tra politica e società. Come se ne esce? R. I partiti e movimenti tradizionali vivono un profondo malessere perché non sono più i vettori politici-culturali del Paese, non hanno un collante che li renda credibili. Essi (altro…)

LA CRISI DELLA PASSIONE CIVILE E LA MISTICA DEL CENTRO

    di  Felice Massimo De Falco “Finale di partito” è il titolo eloquente di un saggio del sociologo Marco Revelli, uscito qualche anno addietro, che forse più sintetizza la crisi dei tradizionali partiti a favore di un qualunquismo sparso che non ha colori, segue l’humus del momento e si distanzia dalle classiche collocazioni. Quando uscì il libro, eravamo nel boom del grillismo che riusciva a rastrellare questi “voti apolidi” e trasformarli in consenso elettorale. Poi, una volta al governo, si sono rivelati perniciosi rappresentanti istituzionali e il governo del reale li ha fatti fare retroguardia su tutti i temi (altro…)

E’ L’ORA DELLA SVOLTA PER IL GOVERNO DELLA CITTA’

    di  giovanni esposito   Dopo la fine della campagna elettorale con l’ elezione dei sindaci nelle principali città italiane e l’ insediamento delle giunte e dei consigli comunali, si passa alla fase di governo di ogni singola città. La parentesi amministrativa cede il posto ad un confronto politico a livello nazionale: sono iniziate le grandi “manovre” per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Noi del movimento “Amici dell’Avanti” ci stiamo preparando per la prossima assemblea nazionale e da tempo sollecitiamo con forza di dar vita ad un partito che possa rappresentare le esperienze di riformismo socialdemocratico, liberale e (altro…)

POMIGLIANO: IL PAESE DI DI MAIO

    di Peppe Iengo     La politica è da sempre confronto di idee, per arrivare alla penetrazione ed alla risoluzione dei problemi di una comunita’. È anche coerenza, a difesa delle stesse, dei prorpi principi e convincimenti – ma e’ anche e soprattutto il #coraggio nel mantenere la barra dritta per una libera scelta a difesa della propia dignita’. Allora faccio molta fatica a capire chi per decenni ha coltivato l’odio , i pregiudizi, fakenews con le quali si manganellava la democrazia, demolivano partiti minandone la credibilita’ compromettendone la loro funzione sociale. È difficile credere che di colpo (altro…)

SONDAGGIO A CURA DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA DEI CIRCOLI DELL’AVANTI! DELLA CAMPANIA

A cura della Redazione Sondaggio a cura dell’ Ufficio di Presidenza regionale dei Circoli dell’Avanti! della Campania. Il Sondaggio termina il 29 Novembre 2021 La crisi della politica e il distacco sempre piu' crescente dei cittadini possono essere superati recuperando e rilanciando le grandi culture politiche europee a cominciare dalla socialdemocrazia?SINoUna nuova socialdemocrazia, a partire dal Mezzogiorno, puo' essere la risposta alle sfide della globalizzazione, con le sue diseguaglianze?SINOIn particolare c'è spazio per una socialdemocrazia che renda l'Italia e il Mezzogiorno protagonisti di una politica per il Mediterraneo?SINOUna nuova socialdemocrazia può essere il fattore dinamico di aggregazione di una ampia (altro…)

PD: RITORNO AL PASSATO

    di Peppe Iengo   L’ex premier Conte dice no  al confronto con Renzi ma gli formula 13 domande. Prendo atto che fare interviste senza contradditorio e’ facile. Con una portaerei mediatica alle spalle  che cura i suoi interessi basta e avanza per supportare l’opera di denenigrazione in atto. No caro Conte , cosi ci riesce il giornalaio, la massaia e persino lei come avvocato del popolo. Come nel libro di Orwell “la fattoria degli animali” , registro , leggendo tra le righe di addetti “clarinetti” alla carta stampata del Pd , come era immaginabile la quasi totalita” dei (altro…)

IL PRESIDENTE CHE VORREI

    di Pino Campidoglio   Mi piacerebbe che il nuovo Presidente della Repubblica fosse, una PERSONA PERBENE. Non vorrei, nascondermi, per sette anni, agli occhi del mondo, solo per essere cittadino di un Paese che ha per Presidente, un personaggio con vecchi conti aperti con la Giustizia.   Io, come altri, pensavo che, per diventare Presidente della Repubblica, fosse necessario dimostrare di essere persona proba, al di sopra di ogni sospetto, dotata di qualità morali e professionali di alto profilo. Invece, a quanto pare, le cose non stanno proprio così! La Costituzione, sull’argomento (Art.48), dice poco o niente: “Può (altro…)

FORNERO, MA NON DOVEVAMO VEDERCI PIÙ ?

    Felice Massimo de Falco     Stranezze della politica. Governo Monti: Elsa Fornero, ministro del Lavoro, annunciava con aria provata una riforma lacrime e sangue per i pensionati, si elimina la pensione di anzianità , ci si dimentica degli esodati. Sulla figura della Fornero, la Lega e i 5 stelle, all’opposizione, costruirono buona parte del loro bottino elettorale: “Mai più Fornero!”. Sit-in sotto casa della Fornero, con tanto di felpa. Governo Conte gialloblù: la legge Fornero viene abolita, s’introduce quota 100, si sommano gli anni di contributi versati all’età anagrafica, si favorisce il pensionamento anticipato. Assenso silenzioso dei (altro…)

ASSALTO SQUADRISTA: LA CGIL TUTTA NON SI FA INTIMORIRE

A cura della Redazione   L’assalto squadrista alla sede nazionale della Cgil è un attacco a tutto il sindacato confederale italiano, al mondo del lavoro e alla nostra democrazia, questo atto è una dimostrazione chiara che le organizzazioni neofasciste e neonaziste sono un pericolo per tutti oggi il sindacato e domani… Vanno sciolte per legge, questo è un chiaro esempio di stortura del sacrosanto principio di libertà e democrazia. Il tema delle garanzie della democrazia dal punto di vista costituzionale richiede la necessaria consapevolezza sul perché sia oggi opportuno, se non addirittura inevitabile ed indispensabile, discutere sugli strumenti costituzionalmente rilevanti (altro…)