EURO 2020 – REGOLE FERREE PER I MILLE FORTUNATI TIFOSI CHE POTRANNO PARTIRE DALL’ ITALIA PER ASSISTERE A WEMBLEY ALLA FINALE CON L’INGHILTERRA

Una storica finale in uno stadio da sogno come Wembley in tantissimi avrebbero voluto viverla dal vivo, ma la pandemia obbliga a vederla da casa in tv o in locali e piazze, solo in mille fortunati infatti potranno partire dall’Italia alla volta di Londra, dove vigeranno regole severissime per l’accesso allo stadio, dove di certo non faranno mancare il sostegno alla nazionale azzurra le migliaia di nostri connazionali che risiedono e lavorano in Inghilterra. In occasione dunque della finale di EURO 2020, prevista al Wembley Stadium domenica 11 giugno alle ore 21, la UEFA ha infatti concordato con le autorità (altro…)

EURO 2020 – CHIESA NON SI FA PREGARE ALL’APPUNTAMENTO CON LA STORIA. L’ITALIA DI RIGORE VERSO LA CONQUISTA DELL’EUROPA DOPO 53 ANNI

Nel calcio alza le coppe e si aggiudica i campionati chi vince le partite, chi fa un gol più dell’avversario, non è come nel pugilato, che si può assegnare una vittoria ai punti, ma dove non raramente chi è stato suonato per interi round, ma ha avuto la forza di stare in piedi con un sol potente e secco pugno stende l’avversario e vince il match. E’ questa se vogliamo è la lieta novella di Italia Spagna, dove un po’ a sorpresa la nazionale iberica, che soprattutto nella fase a gironi aveva stentato ed aveva guadagnato la semifinale a suon (altro…)

EURO 2020 – AZZURRI A WEMBLEY PER RESTARCI. L’IMPERATIVO BATTERE LA SPAGNA PER CONQUISTARE LA FINALE.

Con la consueta tranquillità che ha tenuto per tutto l’europeo Roberto Mancini presenta la gara con gli spagnoli come una partita difficile così come è stato con il Belgio di Martinez, anche se si tratta di due formazioni che adattano un gioco diverso e hanno uomini con caratteristiche diverse. Ci sarà dunque da lottare, anche se in verità questa Spagna sta ritrovando ora fiducia e gioco dopo un girone e le due gare successive a scontro diretto, in particolare l’ultima con la Svizzera, dove ha dovuto soffrire per averla vinta e solo ai rigori.Ma mancini ha stima per quell’allenatore che (altro…)

EURO 2020 – VIGILIA DELLA SEMIFINALE CON LA SPAGNA DI MORATA, LONTANA PARENTE DI QUELLA MITICA DI DEL BOSQUE, MA DOPO LA SOFFERTA VITTORIA AI RIGORI CON LA SVIZZERA MORATA E COMPAGNI HANNO RITROVATO FIDUCIA E TIFOSI. MANCINI HA GIA’ PRONTA LA FORMAZIONE CON L’UNICA NOVITA’ DI EMERSON PALMIERI AL POSTO DI SPINAZZOLA

Sono ormai lontani i tempi di quando la Spagna, imbottita di campioni del Barcellona e del Real madrid, dominava in Europa e nel mondo, scrivendo una bella pagina di calcio proprio per la qualità del gioco espresso e delle doti tecniche dei suoi giocatori. Ne sa qualcosa anche la bella Italia di Prandelli che in finale con le furie rosse perdette per 4-0. Andò meglio alla nazionale di Conte nel 2016 che liquidò gli spagnoli ai quarti di finale con un secco 2-0 con reti di Chiellini e Pellè. Oggi la Spagna guidata dall’ex romanista e storico calciatore del Barcellona (altro…)

LUCIANO SPALLETTI PER LA PRIMA VOLTA QUEST’OGGI A CASTELVOLTURNO INSIEME AL PRESIDENTE DE LAURENTIIS. COMINCIA COSI’ UFFICIALMENTE LA SUA AVVENTURA CON IL NAPOLI

Grandi sorrisi e giusto il tempo di dire qualche parola prima di entrare fisicamente nell’universo Napoli, ovvero di prendere visione del quartier generale e delle strutture della SSC Napoli. Sotto un sole cocente è giunto a bordo di un van nero con tanto di lampeggiante, insieme al presidente de Laurentiis, il nuovo allenatore azzurro  Luciano Spalletti. Luciano Spalletti e Aurelio De Laurentiis a CAstelvolturno. Foto del sito ufficiale del Napoli.   L’abbraccio con De Laurentiis junior , qualche veloce battuta beneaugurante con un filo di emozione   e il saluto ai tifosi e alla città di Napoli, con tanto di canzoncina (altro…)

EURO 2020 – STASERA ITALIA- BELGIO, UNA FINALE ANTICIPATA. MANCINI SI AFFIDA A CHIESA PER IRROMPERE NELLA DIFESA BELGA E A CHIELLINI PER FERMARE LUKAKU

Angeli azzurri contro diavoli rossi, è davvero un bel dilemma prevedere chi l’avrà vinta, stando ai numeri le due squadre si equivalgono, entrambe hanno vinto a punteggio pieno i propri gironi, entrambe hanno vinto agli ottavi soffrendo, l’Italia con l’Austria il Belgio col Portogallo. Sull’argomento appare sereno e pragmatico Roberto Mancini, non esistono partite semplici, l’Europeo ci ha insegnato proprio questo, squadre fortissime hanno sofferto, quindi partite facili non ci sono per nessuno. il Belgio, primo nel ranking UEFA, a suo avviso è la squadra più forte d’ Europa, di conseguenza vincerà la gara chi farà meno errori. Ed essendo (altro…)

DE LAURENTIIS ROMPE IL SILENZIO E PER DUE ORE PARLA DELLA PARTITA COL VERONA, DI GATTUSO, SPALLETTI, SUPERLEGA, LE CONSEGUENZE DEL COVID SU CALCIO, BILANCI E MERCATO

Dopo oltre quattro mesi di silenzio, da fare invidia anche ai nord coreani, torna serenamente e loquacemente a parlare il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che ha sottolineato comunque il difficile periodo legato al covid che ha falsato il campionato ma, ha precisato lo ha falsato per tutti, senza fare dietrologia con partite giocate in un’atmosfera irreale, come in un acquario, dove in maniera stridente si udivano le urla degli allenatori. Tante inevitabilmente le domande a cominciare da quell’ultima partita di campionato con il Verona, costata la mancata qualificazione in Champions League, e il patron azzurro, sgombrando il campo (altro…)

EURO 2020 – PARLANO CIRUZZO MERTENS E “O PROFESSORE” JORGINHO, IL BRASILIANO NAPOLETANO FRESCO CAMPIONE D’EUROPA PER CLUB CHE ORA CONTA DI DIVENTARLO ANCHE CON LA NAZIONALE ITALIANA

Venerdì sera a Monaco potrebbero trovarsi in campo faccia a faccia da avversari due cari amici, due stranieri, che sono diventati però napoletani di adozione, uno di certo un pò di più visto che vive ai piedi del Vesuvio da ormai otto anni, l’altro lontano dal golfo partenopeo da qualche stagione, ma la napoletanità è dentro di se. Il primo è Dries Mertens, il secondo è o’ professore, la mente del centrocampo azzurro, Jorginho, lui che ormai l’azzurro lo veste ovunque, prima a Napoli poi con la nazionale e infine al Chelsea . E il caso ha voluto che oggi (altro…)

EURO 2020 – VERSO ITALIA BELGIO, PARLA CIRO IMMOBILE DA TORRE ANNUNZIATA ALLA CONQUISTA DELL’EUROPA

Ciro Immobile, difende coi denti quella maglia da titolare della nazionale, messa un po’ in forse per la gara col Belgio, dopo che l’attacco azzurro è andato a sbattere per oltre 90 minuti contro l’arcigna difesa austriaca, eppure proprio una traversa colpita dall’attaccante della Lazio, avrebbe potuto rendere più agevole la strada dell’Italia, se la palla fosse finita in rete. Ciro Immobile A tre giorni dalla sfida di Monaco di Baviera contro il Belgio di Martinez con al centro dell’attacco un altro grande protagonista del nostro campionato Lukaku, che varrà l’accesso alle semifinali di Euro2020, proprio Immobile, scarpa d’oro 2020, (altro…)

EURO 2020 – VERSO ITALIA BELGIO, MANCINI MEDITA CAMBI SIGNIFICATIVI DI FORMAZIONE. MARTINEZ SPERA DI RECUPERARE INFORTUNATI IMPORTANTI

L’ Italia ha sofferto con l’Austria, il Belgio ha ballato con il Portogallo, ma alla fine sono state la squadra di Mancini e quella di Martinez  a passare il turno per ritrovarsi di fronte venerdì prossimo nella sfida che vale la semifinale di Euro 2020. Il Belgio è una nazionale composta da campioni, gente di esperienza, ma ormai in avanti con l’età, che chiuderà un ciclo più che positivo, anche se nessun trofeo ad oggi è stato portato a Bruxelles, anche se va menzionato il terzo posto agli ultimi mondiali. Una nazionale in cui la stella Lukaku non appare brillare (altro…)

EURO 2020 – IL GIORNO DI ITALIA – AUSTRIA. UNO SGUARDO VERSO IL SOGNO NEL TEMPIO DEL CALCIO MONDIALE: WEMBLEY.

di Rosario Naddeo Lo sguardo rivolto verso il cielo nella cattedrale mondiale del calcio, sognando la conquista di Euro2020. Quest’ immagine che campeggia sul sito della FIGC di Roberto Mancini stregato dalla magnetica atmosfera di Wembley, simboleggia infatti il momento magico che dalle notti magiche romane, ci si augura di rivivere ora a Londra, fino alla fine, fino ad alzare quella coppa lontana da noi da ben 53 anni. E per la sfida di questi ottavi è ormai tutto chiaro e deciso. Donnarumma, Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola, Barella, Verratti, Jorginho, Belardi, Immobile e Insigne partiranno titolari, con Chiesa, Bernardeschi, (altro…)