EURO 2020 – REGOLE FERREE PER I MILLE FORTUNATI TIFOSI CHE POTRANNO PARTIRE DALL’ ITALIA PER ASSISTERE A WEMBLEY ALLA FINALE CON L’INGHILTERRA

Una storica finale in uno stadio da sogno come Wembley in tantissimi avrebbero voluto viverla dal vivo, ma la pandemia obbliga a vederla da casa in tv o in locali e piazze, solo in mille fortunati infatti potranno partire dall’Italia alla volta di Londra, dove vigeranno regole severissime per l’accesso allo stadio, dove di certo non faranno mancare il sostegno alla nazionale azzurra le migliaia di nostri connazionali che risiedono e lavorano in Inghilterra. In occasione dunque della finale di EURO 2020, prevista al Wembley Stadium domenica 11 giugno alle ore 21, la UEFA ha infatti concordato con le autorità (altro…)

EURO 2020 – CHIESA NON SI FA PREGARE ALL’APPUNTAMENTO CON LA STORIA. L’ITALIA DI RIGORE VERSO LA CONQUISTA DELL’EUROPA DOPO 53 ANNI

Nel calcio alza le coppe e si aggiudica i campionati chi vince le partite, chi fa un gol più dell’avversario, non è come nel pugilato, che si può assegnare una vittoria ai punti, ma dove non raramente chi è stato suonato per interi round, ma ha avuto la forza di stare in piedi con un sol potente e secco pugno stende l’avversario e vince il match. E’ questa se vogliamo è la lieta novella di Italia Spagna, dove un po’ a sorpresa la nazionale iberica, che soprattutto nella fase a gironi aveva stentato ed aveva guadagnato la semifinale a suon (altro…)

EURO 2020 – VERSO ITALIA BELGIO, MANCINI MEDITA CAMBI SIGNIFICATIVI DI FORMAZIONE. MARTINEZ SPERA DI RECUPERARE INFORTUNATI IMPORTANTI

L’ Italia ha sofferto con l’Austria, il Belgio ha ballato con il Portogallo, ma alla fine sono state la squadra di Mancini e quella di Martinez  a passare il turno per ritrovarsi di fronte venerdì prossimo nella sfida che vale la semifinale di Euro 2020. Il Belgio è una nazionale composta da campioni, gente di esperienza, ma ormai in avanti con l’età, che chiuderà un ciclo più che positivo, anche se nessun trofeo ad oggi è stato portato a Bruxelles, anche se va menzionato il terzo posto agli ultimi mondiali. Una nazionale in cui la stella Lukaku non appare brillare (altro…)

EURO 2020 – DOPO INSIGNE PARLA GIOVANNI DI LORENZO ALTRO PUNTO DI FORZA DEL NAPOLI E DELLA NAZIONALE RAGGIUNTA CON LA FORZA DEL SACRIFICIO

In vista della sfida di Londra con l’Austria per gli ottavi di finale di Euro 2020, il ct Mancini, oltre a mettere a punto i dettagli tattici, sta valutando soprattutto quale formazione schierare, scelte e alternative non mancano, ma il tecnico marchigiano vuole accertarsi bene delle condizioni di alcuni big come capitan Chiellini, ma anche di Florenzi e dello stesso Verratti che ha risposto più che bene nel rimo test del rientro in campo contro il Galles, e qui naturalmente la scelta ha un’ importante significato tecnico, Verratti di certo ha più classe ed esperienza rispetto a Locatelli che comunque (altro…)

EURO 2020 – PARLA LORENZO INSIGNE “STO VIVENDO UNA GRANDE FAVOLA, LA PRIMA VOLTA DA PROTAGONISTA IN UNA COMPETIZIONE COSI’ IMPORTANTE”

Il capitano del Napoli è ormai un veterano della nazionale azzurra, nonostante i 30 anni compiuti il 4 giugno scorso, ha ancora uno spirito fortemente giovanile ed è tra coloro che più animano le giornate del ritiro di Coverciano, dove prosegue la preparazione degli uomini di Mancini in vista della sfida di sabato con l’Austria a Londra, dove è in palio il passaggio ai quarti di finale di questo campionato europeo itinerante. E proprio Londra è di buon auspicio per il fantasista partenopeo, considerato che nello stadio di Wembley, con la maglia della nazionale, in amichevole con l’Inghilterra tre anni (altro…)

EURO2020 – L’ITALIA BATTE ANCHE IL GALLES CON UN GOL DI PESSINA, RITROVA VERRATTI ED E’ PRIMA NEL GIRONE. ORA GLI AZZURRI VOLANO A LONDRA PER GLI OTTAVI DOVE PROBABILMENTE TROVERANNO L’UCRAINA

di Rosario Naddeo L’Italia vola a Londra per gli ottavi di finale di Euro2020, dove incontrerà il 26 giugno molto probabilmente  l’ Ucraina, a meno che la nazionale di Shewchenko e Tassotti, non si faccia battere dell’Austria. La nazionale azzurra termina dunque il girone a punteggio pieno, come accaduto solo una volta ad EURO2000 con la nazionale di Zoff che giunse in finale, perdendo ai rigori con i padroni di casa dell’Olanda, Mancini da parte sua eguaglia il record di Pozzo del 1939 delle trenta partite consecutive senza sconfitte. Gli azzurri hanno liquidato senza difficoltà anche il Galles di Bale, (altro…)

EURO 2020 – TANTO TURNOVER PER LA SFIDA PRIMATO COL GALLES. IL RITORNO IN CAMPO DI GALLO BELOTTI E MARCO VERRATTI

di Rosario Naddeo Mancini rispetta il Galles, ma teme soprattutto il caldo rovente del pomeriggio romano, per questo fa rifiatare molti titolari delle prime due sfide e rimanda in campo giocatori in ogni caso affidabilissimi, in fondo gran parte di coloro che erano titolari di questa nazionale prima degli europei, come nel caso di Verratti, che il CT azzurro intende recuperare gradualmente e che si è trovato ora anche a fare i conti con l’esplosione di Locatelli. Vi è poi il ritorno di Andrea Belotti, reduce da una stagione difficile col Torino e che l’anno prossimo potrebbe vestire la maglia (altro…)

CI HA LASCIATO TARCISIO BURGNICH LA ROCCIA DELL’INTER DI HERRERA, DELLA NAZIONALE DI VALCAREGGI E DEL NAPOLI DI VINICIO

Un’altra leggenda del calcio italiano ci ha lasciato. Questa notte è morto a Forte dei marmi in Toscana, infatti, all’età di 82 anni Tarcisio Burgnich, il suo nome era legato alla grande Inter degli anni 60 di Helenio Herrera, con la quale vinse scudetti, coppe dei campioni e coppe del mondo per club. Ma la roccia, come veniva soprannominato l’arcigno difensore friulano per la quasi impossibilità di essere superato, era stato anche una colonna della nazionale conquistando il titolo di campione d’Europa nel 68 e di vicecampione del mondo nel 70. Tarcisio Burgnich Aveva iniziato la sua carriera di calciatore (altro…)

COPPA ITALIA LA JUVENTUS FA 14 COPPE ITALIA BATTENDO L’ATALANTA ALLA QUALE MANCA ANCORA QUEL PIZZICO DI PERSONALITA’ PER IMPORSI NEI MOMENTI DECISIVI. SERATA STORICA PER IL CALCIO ITALIANO CON IL RITORNO DEL PUBBLICO IN UNO STADIO

Una Juventus a fine ciclo, logora dopo nove campionati vinti consecutivamente, con senatori da Ronaldo a Buffon a Chiellini con una carta d’identità che pesa come un macigno, un allenatore dal grande passato calcistico, ma dalla più totale inesperienza in panchina. Ebbene questa Juventus, mortificata in Europa ed appesa alla benevolenza dell’Atalanta per tornare in Champions League, si è aggiudicata stasera la sua quattordicesima Coppa Italia, il secondo trofeo dopo la Super coppa di Lega vinta contro il Napoli. Insomma, una stagione davvero in controluce per i bianconeri, che solo la qualificazione nella massima competizione europea potrebbe tutto sommato far (altro…)

LOTTA CHAMPIONS ORA E’ IL MILAN CHE RISCHIA DI RESTARE FUORI RIMETTENDO IN GIOCO LA JUVE CHE APPARIVA ORMAI SPACCIATA DOPO LA VITTORIA DEL NAPOLI A FIRENZE

La penultima giornata del campionato di serie A non ha aggiunto nuove sentenze, dopo quelle degli anticipi del sabato, che hanno visto l’Atalanta conquistare nuovamente la qualificazione in Champions mentre lo Spezia ha guadagnato la sua prima permanenza nella massima serie. La domenica calcistica pur non emettendo verdetti definitivi ha regalato qualche sorpresa che rischia di costare cara al Benevento in particolare, incredibilmente sciupone, che in extra time si fa raggiungere da un onorevole Crotone, da settimane già retrocesso. I sanniti hanno sprecato numerose palle gol. La permanenza in A dei giallorossi diventa ora un fatto di famiglia, dei fratelli (altro…)

LOTTA CHAMPIONS VINCONO TUTTE, DISTANZE INVARIATE TRA MILAN ATALANTA NAPOLI E JUVENTUS

NELLA LOTTA PER NON RETROCEDERE UN DISASTROSO TORINO UMILIATO DAL MILAN CON 7 RETI TIENE IN VITA LE FLEBILI SPERANZE DI SALVEZZA DEL BENEVENTO SCONFITTO A BERGAMO. La terzultima giornata del campionato di serie A non ha emesso nessun verdetto, ne per la lotta alla corsa Champions, ne per quella per non retrocedere. Sul fronte europeo la schiacciante vittoria di ieri sera del Napoli con l’Udinese, ha messo infatti, sotto pressione le dirette concorrenti, con il Milan, trascinato da Rebic, che umilia con ben 7 reti un Torino disastroso in caduta libera e che ora rischia grosso , considerato le (altro…)