TRUFFE AGLI ANZIANI: VADEMECUM DEL COMITATO POMIGLIANO SICURA E DELL’ARMA DEI CARABINIERI

di  Mauro Panico POMIGLIANOSICURA Ha avuto grande successo l’incontro-dibattito  tenutosi ieri nella Parrocchia di San Francesco a Pomigliano d’Arco. Ad organizzare l’evento e’ stato il Comitato Pomigliano Sicura guidato dall’avv. Mauro Panico in collaborazione con la Parrocchia San Francesco  e coadiuvati dall’arma dei carabinieri.   Erano presenti il parroco Don Pasquale Giannino, l’avvocato Mauro Panico, il comandante della Compagnia Carabinieri di Castello di Cisterna, il Maggiore Marco Califano ed il comandante della locale  stazione dei Carabinieri, il Maresciallo Scappaticci. L’evento ha avuto come obiettivo quello di informare i cittadini, in particolar  modo le fasce piu’ deboli sulle diverse truffe che (altro…)

TERRA DEI FUOCHI NON SOLO NEL NAPOLETANO. I CARABINIERI SEQUESTRANO IN LOMBARDIA UNA VASTA AREA DI VERDE SOTTOPOSTA A VINCOLO PAESAGGISTICO DOVE VENIVANO SVERSATE ENORMI QUANTITA’ DI RIFIUTI SPECIALI

C’è una terra dei fuochi tra il napoletano ed il casertano dove da anni sono stati accesi i riflettori, ma dove c’è chi nonostante controlli e telecamere, continua a sversare rifiuti di ogni sorta, ma ci sono sparse per l’Italia tante altre terre dei fuochi, di cui non si parla e di cui si sa poco o nulla, talvolta in territori insospettabili, nel pieno di distese verdi . Una di queste è stata scoperta dopo un’articolata attività d’indagine finalizzata al contrasto dell’inquinamento ambientale e traffico illeciti di rifiuti, dai Carabinieri del Reparto Operativo di Como che hanno eseguito, nelle province (altro…)

SUBIRE UN FURTO NON FA ORMAI DA ANNI PIU’ NOTIZIA, MA L’ AUMENTO, CON LA PANDEMIA E LA CRISI ECONOMICA, DI QUESTO COME DI ALTRI REATI DI DELINQUENZA COMUNE, DIVENTA UN SEGNALE IMPORTANTE DEL DEGRADO SOCIALE, COME HA BEN RAPPRESENTATO SU FB, L’ATTORE NAPOLETANO ANTONIO FIORILLO, DERUBATO IN CASA MENTRE DORMIVA DI COSE DALLO SCARSO VALORE

Subisce in casa un furto di utensili di poco valore e gli portano via la vecchia auto con più di 300000 chilometri e il suo sfogo su facebook diventa una sorta di lettera denuncia sullo stato di abbandono e di degrado in cui sempre di più nel nostro paese e al sud in particolare vengono a ritrovarsi le grandi periferie urbane, dove tutti i problemi sono stati ulteriormente acuiti dalle conseguenze della pandemia sul tessuto sociale e produttivo e dove l’assuefazione e la rassegnazione prendono un pericoloso sopravvento. Antonio Fiorillo Ad essere vittima di questo episodio di delinquenza comune che (altro…)

MAXI OPERAZIONE ANTIDROGA, COLPITA LA MAFIA SICILIANA, 85 PERSONE RAGGIUNTE DA UN’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN SICILIA MA ANCHE A NAPOLI, LATINA E ROMA

Diceva Borsellino: “L’impegno contro la mafia non può concedersi pausa alcuna” ed è anche sulla scia dei suoi insegnamenti che, oggi, al termine delle attività d’indagine coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Palermo e la DIA hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 85 indagati per associazione mafiosa, traffico di droga, armi, estorsione e corruzione.  Sgominate complesse e articolate organizzazioni malavitose dedite al traffico di droga e non solo. Tra gli arrestati figura anche una collaboratrice di giustizia. Sequestrate complessivamente circa sei tonnellate di sostanze stupefacenti. Gli arresti non sono avvenuti (altro…)

DISPOSTE DAL TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE 52 MISURE CAUTELARI NEI CONFRONTI DI AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA ACCUSATI DI AVER COMMESSO VIOLENZE AI DANNI DETENUTI DOPO LE PROTESTE DELLA PRIMAVERA DEL 2020 IN PIENA PANDEMIA

I militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Caserta e della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, unitamente al personale di Polizia Giudiziaria del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, hanno eseguito su richiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, diretta dalla Dottoressa Maria Antonietta Troncone, 52 ordinanze cautelari nei confronti di  persone in servizio presso diversi uffici del Dipartimento dell’amministrazione Penitenziaria della Campania, principalmente presso la Casa Circondariale “Francesco Uccella” di Santa Maria Capua Vetere. Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. I Pubblici Ufficiali sono gravemente indiziati, a seconda delle loro diverse rispettive posizioni e (altro…)

RITROVATO IL BIMBO SCOMPARSO L’ALTRA NOTTE NEL MUGELLO. NICOLA E’ VIVO E STA BENE, ERA FINITO IN UNA SCARPATA LUNGO LA STRADA A TRE CHILOMETRI DA CASA

E’ vivo e sta bene. E’ stato ritrovato Nicola Tanturli, il bimbo di 21 mesi di Palazzuolo sul Serio nel Mugello in Toscana, di lui si erano perse le tracce l’altra notte, i genitori lo avevano messo a letto poi si sono accorti che non c’era più, all’alba avevano avvertito i carabinieri ed erano scattate le ricerche a cui hanno preso parte, tra uomini dei vigili del fuoco, delle forze dell’ordine, della protezione civile, dei corpi del soccorso alpino e speleologici e semplici volontari, circa mille persone. Stamane la buna notizia, il ritrovamento è avvenuto casualmente, ad avvertire la presenza (altro…)

DAL RAPPORTO ANNUALE ANTIDROGA EMERGE COME LA PANDEMIA ABBIA INCISO SU ROTTE, TRAFFICI E MODALITA’ DI SPACCIO DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI E COME IL WEB STIA ASSUMENDO UN RUOLO SEMPRE PIU’ IMPORTANTE

di Rosario Naddeo È stata presentata a Roma dal Direttore centrale antidroga, il generale della Guardia di Finanza Antonino Maggiore, la relazione annuale che traccia un quadro riassuntivo delle attività e dei risultati ottenuti nel contrasto ai traffici di droga nel 2020. Dal rapporto emerge in particolare, rispetto alle annualità precedenti, come anche il narcotraffico abbia risentito degli effetti della crisi sanitaria mondiale connessa alla diffusione del Covid-19. Nella sua realtà di fenomeno transnazionale, il traffico di droga, che, da sempre, ha fatto leva sul commercio legale per dissimulare le proprie attività illecite, è stato inevitabilmente influenzato, almeno nella parte (altro…)

OMICIDIO DEL GIOVANE GIARNIERI. I CARABINIERI HANNO ACCERTATO CHE SI E’ TRATTATO DI UN’ALTRA VITTIMA INNOCENTE DI CAMORRA

L’ otto luglio del 2020 veniva assassinato a Casoria Antimo Giarnieri, un ragazzo di appena 19 anni. Per le modalità dell’omicidio si pensò ad un agguato di stampo camorristico. ma dopo quasi un anno di indagini, gli uomini del Comando provinciale di Napoli dell’arma dei Carabinieri hanno tratto in arresto due persone con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Una di queste, viene però ritenuta dagli inquirenti, responsabile dell’omicidio di Giarnieri e del ferimento di un minore. In realtà, si è potuto appurare nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, che  il giovane venne ammazzato per errore, (altro…)

I CARABINIERI HANNO INDIVIDUATO I FINTI NETTURBINI CHE AL MATTINO EFFETTUAVANO RAPINE A NAPOLI

Il loro “turno” di lavoro iniziava molto presto, a bordo di un grosso scooter raggiungevano il centro di Napoli indossando la tuta da lavoro, quella della nettezza urbana comunale. Invece di scopa e paletta, portavano in dotazione una pistola a salve senza tappo rosso utilizzata per effettuare le rapine, di buon ora al mattino, colpendo prevalentemente le persone che uscivano di casa per andare a lavorare. Diverse segnalazioni giunte dalle vittime hanno permesso agli uomini dell’arma dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli di identificare i due rapinatori raggiunti nel corso di un normale pattugliamento e dopo un breve inseguimento (altro…)