EURO 2020 – CHIESA NON SI FA PREGARE ALL’APPUNTAMENTO CON LA STORIA. L’ITALIA DI RIGORE VERSO LA CONQUISTA DELL’EUROPA DOPO 53 ANNI

Nel calcio alza le coppe e si aggiudica i campionati chi vince le partite, chi fa un gol più dell’avversario, non è come nel pugilato, che si può assegnare una vittoria ai punti, ma dove non raramente chi è stato suonato per interi round, ma ha avuto la forza di stare in piedi con un sol potente e secco pugno stende l’avversario e vince il match. E’ questa se vogliamo è la lieta novella di Italia Spagna, dove un po’ a sorpresa la nazionale iberica, che soprattutto nella fase a gironi aveva stentato ed aveva guadagnato la semifinale a suon (altro…)

EURO 2020 – VERSO ITALIA BELGIO, MANCINI MEDITA CAMBI SIGNIFICATIVI DI FORMAZIONE. MARTINEZ SPERA DI RECUPERARE INFORTUNATI IMPORTANTI

L’ Italia ha sofferto con l’Austria, il Belgio ha ballato con il Portogallo, ma alla fine sono state la squadra di Mancini e quella di Martinez  a passare il turno per ritrovarsi di fronte venerdì prossimo nella sfida che vale la semifinale di Euro 2020. Il Belgio è una nazionale composta da campioni, gente di esperienza, ma ormai in avanti con l’età, che chiuderà un ciclo più che positivo, anche se nessun trofeo ad oggi è stato portato a Bruxelles, anche se va menzionato il terzo posto agli ultimi mondiali. Una nazionale in cui la stella Lukaku non appare brillare (altro…)

EURO 2020 – IL GIORNO DI ITALIA – AUSTRIA. UNO SGUARDO VERSO IL SOGNO NEL TEMPIO DEL CALCIO MONDIALE: WEMBLEY.

di Rosario Naddeo Lo sguardo rivolto verso il cielo nella cattedrale mondiale del calcio, sognando la conquista di Euro2020. Quest’ immagine che campeggia sul sito della FIGC di Roberto Mancini stregato dalla magnetica atmosfera di Wembley, simboleggia infatti il momento magico che dalle notti magiche romane, ci si augura di rivivere ora a Londra, fino alla fine, fino ad alzare quella coppa lontana da noi da ben 53 anni. E per la sfida di questi ottavi è ormai tutto chiaro e deciso. Donnarumma, Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola, Barella, Verratti, Jorginho, Belardi, Immobile e Insigne partiranno titolari, con Chiesa, Bernardeschi, (altro…)

EURO 2020 – DOPO INSIGNE PARLA GIOVANNI DI LORENZO ALTRO PUNTO DI FORZA DEL NAPOLI E DELLA NAZIONALE RAGGIUNTA CON LA FORZA DEL SACRIFICIO

In vista della sfida di Londra con l’Austria per gli ottavi di finale di Euro 2020, il ct Mancini, oltre a mettere a punto i dettagli tattici, sta valutando soprattutto quale formazione schierare, scelte e alternative non mancano, ma il tecnico marchigiano vuole accertarsi bene delle condizioni di alcuni big come capitan Chiellini, ma anche di Florenzi e dello stesso Verratti che ha risposto più che bene nel rimo test del rientro in campo contro il Galles, e qui naturalmente la scelta ha un’ importante significato tecnico, Verratti di certo ha più classe ed esperienza rispetto a Locatelli che comunque (altro…)

AVANTI ITALIA! TRE RETI ANCHE ALLA SVIZZERA NEL SEGNO DI LOCATELLI CAPOCANNONIERE DI EURO 2020

La Svizzera di Vladimir Petkovic era un test serio, la formazione elvetica da un ventennio è stabilmente nelle fasi finali  di mondiali ed europei, forse attualmente non la migliore Svizzera, ma comunque formazione insidiosa, nonostante il pari nella prima giornata con il Galles, che oggi ha liquidato in scioltezza la Turchia con un secco 2-0. Mancini per l’occasione si affida ai centrali juventini Bonucci Chiellini, davanti allo stabiese pompeiano Donnarumma, quindi di nuovo alla spinta sulle fasce del napoletano Di Lorenzo e Spinazzola e al centrocampo a tre con professor Jorginho coadiuvato da Locatelli e Barella. In avanti il tridente (altro…)

COPPA ITALIA LA JUVENTUS FA 14 COPPE ITALIA BATTENDO L’ATALANTA ALLA QUALE MANCA ANCORA QUEL PIZZICO DI PERSONALITA’ PER IMPORSI NEI MOMENTI DECISIVI. SERATA STORICA PER IL CALCIO ITALIANO CON IL RITORNO DEL PUBBLICO IN UNO STADIO

Una Juventus a fine ciclo, logora dopo nove campionati vinti consecutivamente, con senatori da Ronaldo a Buffon a Chiellini con una carta d’identità che pesa come un macigno, un allenatore dal grande passato calcistico, ma dalla più totale inesperienza in panchina. Ebbene questa Juventus, mortificata in Europa ed appesa alla benevolenza dell’Atalanta per tornare in Champions League, si è aggiudicata stasera la sua quattordicesima Coppa Italia, il secondo trofeo dopo la Super coppa di Lega vinta contro il Napoli. Insomma, una stagione davvero in controluce per i bianconeri, che solo la qualificazione nella massima competizione europea potrebbe tutto sommato far (altro…)