DOPO LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULLO “SPALMADEBITI”CORSA CONTRO IL TEMPO PER EVITARE IL DISSESTO FINANZIARIO DEI COMUNI FORTEMENTE INDEBITATI COME QUELLO DI NAPOLI

Felice Laudadio: “Si è arrivati a questo punto anche perchè il piano di ristrutturazione del debito non è stato attuato. Ora per salvare Napoli e le altre grandi città occorre una legge speciale tipo Salva Roma”. Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli. Con la sentenza n.80 del 2021 pubblicata lo scorso cinque maggio in Gazzetta Ufficiale, la Corte Costituzionale ha decretato l’illegittimità della cosiddetta norma spalmadebiti che aveva dilazionato in un arco temporale di una trentina d’anni la solvibilità delle passività, che ora invece vanno saldate in un range di tre- cinque anni. Sino ad oggi il provvedimento (altro…)