ZERO MORTI SUL LAVORO, GLI OPERAI EDILI CHIEDONO PIU’ SICUREZZA. RIGUARDO ALLO SBLOCCO DEI LICENZIAMENTI, PER IL SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL CAMPANIA SGAMBATI, E’ UNA FORZATURA DI CONFINDUSTRIA, MA NON SI PUO’ LASCIARE I LAVORATORI DI COLPO SENZA UN PARACADUTE.

“Zero morti sul lavoro” inneggiano i lavoratori edili in piazza del Plebiscito a Napoli per protestare contro le morti bianche e chiedere più sicurezza sui luoghi di lavoro, indossando maschere e tute bianche sporche di vernice rossa, simbolo di sangue. Lo fanno in nome dei dieci colleghi morti quest’anno, e proprio nel giorno in cui giunge la notizia della morte di Matteo Leone, l’operaio di 30 anni rimasto schiacciato dal carrello elevatore che stava manovrando all’interno del Porto di Salerno. “La manifestazione di oggi – dice il segretario generale della UIL Campania Giovanni Sgambati – si inserisce nell’ambito del lungo (altro…)