IL LAVORO NEGATO E IL LAVORO CHE UCCIDE NELL’INDIFFERENZA GENERALE ANCHE DELLA POLITICA

Il lavoro è il riconoscimento della dignità di un individuo. L’inserimento nella società, il riconoscimento di una condizione frutto di studio, applicazione ed impegno. Il tutto condizionato dal punto di partenza: lo stato sociale dal quale si parte condiziona il risultato finale. Ma ci si adatta a risultati che non corrispondono alle attese, ci si accontenta di quello che la vita consente che è molto meno di quello che si sogna in gioventù. E purtroppo questo “accontentarsi” diventa sempre più diffuso. Le distanze tra chi può sognare, chi li realizza e chi non può nemmeno concedersi un sogno, sono aumentate (altro…)