Pomigliano Comandante Luigi Maiello

SI PROPALA LO SPETTRO DELLA CAMORRA. E LO SPETTRO DELLA VERITA’?

di Felice Massimo de Falco   Per lungo tempo tempo l’amministrazione targata Del Mastro ha appaltato la narrazione civile e politica ad un suo funzionario surriscaldato da una visione inflazionata della città, sorretto da un pervicace scriba del malaffare, senza controprove giuridicamente accertate. Dall’empatia eccentrica dei due è stato partorito un disegno di una città annerita “da camorra e malaffare”, dove chi aveva ed ha responsabilità politiche era portavoce di “loschi figuri”. Non si mette in dubbio che tali figuri ci provino, ma non c’è prova che questi abbiano agito contra legem. Il funzionario fa probabilmente riferimento alla precedente amministrazione, (altro…)

VINCENZO ROMANO: “SE MAIELLO DICE CHE È LA MANO DELLA CAMORRA, VADA IN PROCURA”

di Felice Massimo de Falco   Abbiamo intervistato sugli spiacevoli episodi di questi giorni l’ex consigliere comunale, ora segretario cittadino di Azione, l’avvocato penalista Vincenzo Romano 1- L’incendio di 3 auto dei vigili è un fatto gravissimo che sta alimentando più versioni. Qual è la sua? 1) Il risveglio del 1 gennaio ha creato uno stato di incredulità e sgomento , poi è subentrata la razionalità e l’atto vandalico è di inaudita gravità che va condannato. È necessario, quindi, da un lato che gli organi inquirenti facciano tempestivamente le indagini per accertare i fatti e i possibili autori e dall’altro (altro…)

UN NUOVO WELFARE AL CENTRO DELL’ AGENDA POLITICA

di Giovanni Esposito   Lo spettacolo al quale stiamo assistendo da molti anni a questa parte dimostra tutta l’inefficienza e l’incapacità della classe politica italiana. Decisioni a metà per non scontentare nessuno ma che finiscono per scontentare tutti. Si sono sollevate sommosse per le chiusure, ma si spreca danaro per comprare banchi a rotelle mai utilizzati. Il governo, unitamente al parlamento, sono “concentrati” sulla elezione del presidente della repubblica, perdendo di vista riforme oramai improcrastinabili. I sussidi (leggi reddito di cittadinanza) andrebbero elargiti per un tempo determinato al fine di garantire un sostegno economico in vista del reinserimento nel mondo (altro…)

LO SPORT CONTRO LE DISEGUAGLIANZE SOCIALI

di Giovanni Cagliuso ( docente di scuola Secondaria Superiore)   E’ ampiamente riconosciuto come la pratica sportiva possa avere rilevante influenza nello sviluppo del giovane, nel promuovere la sua formazione fisica, psichica, sociale e morale Lo sport è un potente strumento sociale formativo , capace di favorire l’integrazione sociale in contesti geografici, culturali e politici diversi, nonché di trasmettere ideali e valori fondamentali come pace, fraternità, solidarietà, non-violenza, tolleranza e giustizia senza dimenticare lo sviluppo economico. Praticare sport è un esperienza di socializzazione che non deriva solo da fattori generici quali, ad esempio, il fatto che lo sport, come qualsiasi (altro…)

UN NUOVO WELFARE AL CENTRO DELL’ AGENDA POLITICA

di Giovanni Esposito   Lo spettacolo al quale stiamo assistendo da molti anni a questa parte dimostra tutta l’inefficienza e l’incapacità della classe politica italiana. Decisioni a metà per non scontentare nessuno ma che finiscono per scontentare tutti. Si sono sollevate sommosse per le chiusure, ma si spreca danaro per comprare banchi a rotelle mai utilizzati. Il governo, unitamente al parlamento, sono “concentrati” sulla elezione del presidente della repubblica, perdendo di vista riforme oramai improcrastinabili. I sussidi (leggi reddito di cittadinanza) andrebbero elargiti per un tempo determinato al fine di garantire un sostegno economico in vista del reinserimento nel mondo (altro…)

PRIMO MAGGIO FESTA DEL LAVORO

di Rosario Naddeo Riccardo Lombardi e Pietro Nenni Una storia lunga 131 anni con molte rose per le conquiste di volta in volta raggiunte ma anche tante spine e non poche amarezze e tragedie insieme alla precarietà del presente e alle incertezze e le incognite per il futuro “Lasciando stasera Roma per Formia mi sono urtato tra piazza Venezia e il Colosseo al corteo degli aclisti convenuti a Roma da tutta Italia in più di centomila per rendere omaggio al papa nel decimo anniversario della fondazione delle ACLI. Il corteo era diretto a piazza San Pietro dove Pio XII ha (altro…)

25 APRILE – IL CONTRIBUTO DETERMINANTE DEI SOCIALISTI ALLA LIBERAZIONE DEL PAESE

di Rosario Naddeo Il contributo determinante dei socialisti alla Liberazione del Paese sia sul campo di battaglia nella Resistenza ai nazifascisti che sul fronte politico e istituzionale per l’affermazione della democrazia e la nascita di un governo repubblicano. L’Italia era nel pieno del secondo conflitto mondiale, quando il 25 agosto del 1943 si ricostruisce faticosamente il Partito socialista con uno Statuto provvisorio che da vita al Partito socialista di unità proletaria, nato dalla fusione del Partito socialista italiano e del Movimento di unità proletaria. Il primo era formato dai socialisti rimasti in Italia a combattere il fascismo, come Morandi, Basso, (altro…)