UNA GIUSTIZIA CON MENO REATI, MENO PROCESSI, MENO CARCERE

a cura di Giuseppe Gragnaniello Qualsiasi “buon” governo che si rispetti, non può sottrarsi alla tentazione di misurarsi col simulacro del processo penale, e principalmente con le sue disfunzioni. Il recovery plan, del resto, offre un’occasione ghiotta -e sarebbe davvero un peccato inescusabile non sfruttarla- per tentare di finanziare oculatamente tutti quegli accorgimenti più opportuni, atti a snellire e velocizzare la fenomenologia del processo penale. Ma prim’ancora di porre mano alla regolamentazione dell’intero procedimento penale, sarebbe opportuno riflettere un po’ meglio sulla precondizione essenziale del processo, ovvero sul reato; atteso che non c’è processo senza un reato normativamente previsto, e (altro…)