Pomigliano Comandante Luigi Maiello

SI PROPALA LO SPETTRO DELLA CAMORRA. E LO SPETTRO DELLA VERITA’?

di Felice Massimo de Falco   Per lungo tempo tempo l’amministrazione targata Del Mastro ha appaltato la narrazione civile e politica ad un suo funzionario surriscaldato da una visione inflazionata della città, sorretto da un pervicace scriba del malaffare, senza controprove giuridicamente accertate. Dall’empatia eccentrica dei due è stato partorito un disegno di una città annerita “da camorra e malaffare”, dove chi aveva ed ha responsabilità politiche era portavoce di “loschi figuri”. Non si mette in dubbio che tali figuri ci provino, ma non c’è prova che questi abbiano agito contra legem. Il funzionario fa probabilmente riferimento alla precedente amministrazione, (altro…)
Pomigliano Comandante Luigi Maiello

FELICE IOSSA: GRAVISSIMO CHE MAIELLO PARLI AL POSTO DELL’AMMINISTRAZIONE

di Felice Iossa Ex Sottosegretario Felice Iossa   L’on. Felice Iossa ritorna sui gravi e recenti fatti di cronaca. Tre auto dei vigili incendiate, gli indizi sono al vaglio degli inquirenti. Dice Iossa: “La cosa che più mi inquieta in questa situazione che colpisce l’immagine di una città, è che il comandante dei vigili urbani, Luigi Maiello, parla a nome dell’amministrazione. Perché non parla l’amministrazione invece di lui?. Il comandante può nelle sedi competenti, riferire al sindaco, alla commissione consiliare sulla sicurezza, ma non può fare queste dichiarazioni: è una cosa gravissima. Perché l’amministrazione non chiede di riferire a lei (altro…)

VINCENZO ROMANO: “SE MAIELLO DICE CHE È LA MANO DELLA CAMORRA, VADA IN PROCURA”

di Felice Massimo de Falco   Abbiamo intervistato sugli spiacevoli episodi di questi giorni l’ex consigliere comunale, ora segretario cittadino di Azione, l’avvocato penalista Vincenzo Romano 1- L’incendio di 3 auto dei vigili è un fatto gravissimo che sta alimentando più versioni. Qual è la sua? 1) Il risveglio del 1 gennaio ha creato uno stato di incredulità e sgomento , poi è subentrata la razionalità e l’atto vandalico è di inaudita gravità che va condannato. È necessario, quindi, da un lato che gli organi inquirenti facciano tempestivamente le indagini per accertare i fatti e i possibili autori e dall’altro (altro…)

SCIOPERO PRO E CONTRO : CONFRONTIAMOCI SERENAMENTE. Copia

di Giovanni Esposito     Nell’ottica di un movimento politico che si accinge ad affacciarsi sulla scena politica nazionale proponendosi come una forza di socialismo liberale , ritengo che dovremmo entrare nell’ordine di idee che le manifestazioni, le dichiarazioni, gli scambi di opinioni si fanno “ per“ proporre ciò in cui si crede, la qual cosa non significa essere “contro” chi la pensa diversamente. Anzi da questo confronto civile e democratico dovrebbe nascere la sintesi perfetta per un modello di società più equo. L’impresa è sicuramente ardua considerate le problematiche e il momento storico che stiamo attraversando. Ci siamo sorbiti (altro…)

SCIOPERO PRO E CONTRO : CONFRONTIAMOCI SERENAMENTE.

di Giovanni Esposito     Nell’ottica di un movimento politico che si accinge ad affacciarsi sulla scena politica nazionale proponendosi come una forza di socialismo liberale , ritengo che dovremmo entrare nell’ordine di idee che le manifestazioni, le dichiarazioni, gli scambi di opinioni si fanno “ per“ proporre ciò in cui si crede, la qual cosa non significa essere “contro” chi la pensa diversamente. Anzi da questo confronto civile e democratico dovrebbe nascere la sintesi perfetta per un modello di società più equo. L’impresa è sicuramente ardua considerate le problematiche e il momento storico che stiamo attraversando. Ci siamo sorbiti (altro…)

TOMMASO SODANO: LA POLITICA E’ LONTANA DAI CITTADINI

di  Felice Massimo De Falco     Tommaso Sodano, da cittadino e osservatore politico, che giudizio ha dell’attuale amministrazione? E’ passato poco più di un anno dall’insediamento della nuova Giunta e conoscendo le difficoltà del governo nelle amministrazioni pubbliche, ho sempre mantenuto un atteggiamento di rispetto e di attesa. In questo anno   abbiamo dato vita all’Associazione Città Aperta che ha provato a dare un contributo in termini di  idee, di proposte, di richieste e devo dire purtroppo che non abbiamo trovato la giusta attenzione su problematiche che riguardano esclusivamente gli interessi della Città. Ho la sensazione che ci sia una (altro…)

RIFORMISMO E TOLLERANZA

di  Peppe Iengo       Molti comuni in Italia , vivranno momenti difficilissimi con scenari dalle svariate sfaccettature e dai mille risvolti politici.   La #crisi sanitaria sta lasciando non pochi problemi da risolvere che insieme a quelli #economici si ribalteranno inevitabilmente su quelli politici, per la cui risoluzione, ci vorrebbe il lavoro di un #fronteunitario, forte e coeso dal centro, fino alla sinistra sinistra. Ieri mattina parlavo con un politico di razza , di quelli ormai in via di estinzione, sostenevamo l’idea di una temerarietà politica ormai in via di estensione, il coraggio oggi dell’incoscienza, la costruzione di (altro…)

UN’INTERVISTA,NON UN AGGUATO. 10 DOMANDE AL VICESINDACO DI POMIGILANO D’ARCO!

di  Felice Massimo De Falco       Le dieci domande inevase ad Eduardo Riccio Ho chiesto con sufficiente insistenza al segretario del Pd e vicesindaco di Pomigliano di porgli alcune domande per il Il Il Pezzo Impertinente. Gli ho scritto su whatsapp fornendogli prima le domande, l’ho chiamato al cellulare, glielo ho fatto dire da suoi colleghi di maggioranza, ho cercato altre vie di intercessione, ma nulla. Sembra che l’avv. Riccio si sia dileguato nel silenzio. Non un Sì, un No, un Ni. Capisco il momento e il suo low profile ma non mi pare di aver formulato domande (altro…)

TRUFFE AGLI ANZIANI: VADEMECUM DEL COMITATO POMIGLIANO SICURA E DELL’ARMA DEI CARABINIERI

di  Mauro Panico POMIGLIANOSICURA Ha avuto grande successo l’incontro-dibattito  tenutosi ieri nella Parrocchia di San Francesco a Pomigliano d’Arco. Ad organizzare l’evento e’ stato il Comitato Pomigliano Sicura guidato dall’avv. Mauro Panico in collaborazione con la Parrocchia San Francesco  e coadiuvati dall’arma dei carabinieri.   Erano presenti il parroco Don Pasquale Giannino, l’avvocato Mauro Panico, il comandante della Compagnia Carabinieri di Castello di Cisterna, il Maggiore Marco Califano ed il comandante della locale  stazione dei Carabinieri, il Maresciallo Scappaticci. L’evento ha avuto come obiettivo quello di informare i cittadini, in particolar  modo le fasce piu’ deboli sulle diverse truffe che (altro…)

Il SINDACATO HA RAGIONE MA SBAGLIA DI GROSSO

di  Pino Campidoglio       Questa, è la sintesi della situazione! CIGL e UIL, hanno proclamato a freddo, lo sciopero Generale, per il 16 Dicembre, a seguito della rottura col Governo sulla Legge di Bilancio e sulle pensioni. Il Sindacato giudica inadeguata la Legge di Bilancio per le lacune: “sul fronte del fisco, delle pensioni, della scuola, delle politiche industriali”; – “della non autosufficienza, delle risorse, disponibili che favoriscono le diseguaglianze invece di ridurle”. Il Governo ha replicato dicendo che lo sciopero “è una scelta incomprensibile”. Ed è, una scelta incomprensibile, non solo per il Governo, perché: di fronte (altro…)

FELICE IOSSA: LETTERA APERTA AL PARTITO DEMOCRATICO

di  Felice  Iossa       È passato più di un anno dalla vostra presenza in giunta e dalla costruzione del Laboratorio politico con i 5 stelle. È venuto il momento del giudizio. Dal nostro punto di vista (i riformisti) è nettamente insufficiente. L’opinione pubblica è negativa nei vostri confronti. È mancata la capacità di affrontare i punti di crisi, come quelli di Leonardo dove ci sono promesse mancate (da Di Maio), alla crisi dell’auto, alla crisi dell’indotto, al blocco dell’edilizia, alla diffamazione indegna verso la nostra città, che ha scalfito la sua immagine, facendo credere che Pomigliano fosse terra (altro…)

A POMIGLIANO: OBNUBILANTI NUBI SU PD E M5S

di  peppe Iengo     Quello che si e’  configurato a Pomigliano è un quadro degenerativo pericoloso ,con  il mediocre sindaco Grillino Del Mastro e qualche dirigente sceriffo della Pomigliano, ieri da bere, oggi centro internazionale del malaffare. Insieme concorrono a sostenere  forti delegittimazioni di un paese fatto passare per il centro di un ramificato cartello cammorristico ,  governato da potenti lobby casarecce, che ne influenzano  l’andamento politico. Noto che nei momenti di forte vuoto amministrativo , nella palese difficolta’ di risposte al paese,  questi  improvvisatori politici , professionisti dell’ incapacita’ allo stato liquido , per un motivo o per (altro…)